fbpx
 
Notizie

Ladispoli, PUA. Il PD: “La giunta Grando concede a privati altri 1100 metri di litorale libero e pubblico”

La nota dem: “Dopo i parchi ora tolgono ai cittadini anche le spiagge”

Ladispoli, PUA. Il PD: “La giunta Grando concede a privati altri 1100 metri di litorale libero e pubblico” –

Il PUA (Piano di Utilizzazione degli Arenili) adottato il 25 ottobre scorso dalla maggioranza in Consiglio Comunale prevede la possibilità di rilasciare concessioni di spiaggia a privati per 1100 metri lineari oltre a quelli già concessi in passato.

Le nuove previsioni riguardano in particolare: per 150 mt il tratto tra San Nicola  e la Posta Vecchia; per 200 mt nel lungomare centrale; 750 mt nel tratto tra via Santa Marinella e Torre Flavia. Al contrario di quanto sostiene incredibilmente l’Amministrazione, queste previsioni riducono del 10 per cento la percentuale di spiagge libere della nostra città.

A parte la concessione per i pescatori professionisti, sulla quale riteniamo l’indiscutibile necessità, le altre concessioni andrebbero a ridurre gli spazi attualmente liberi, specialmente nella zona del centro urbano, con un peggioramento della fruizione sia ambientale e visiva sia pratica durante la stagione estiva.

Come su altri settori chiave della nostra città, anche su questo punto, come ribadito in sede di commissione e di consiglio comunale, servono idee chiare e una visione di territorio che tenga conto delle seguenti nostre proposte:

  • non realizzare un nuovo stabilimento “inclusivo”, inteso con attrezzature per i portatori di handicap, al fine di evitare una loro ghettizzazione, ma prevedere il concetto di inclusività in diversi stabilimenti attraverso i nuovi bandi;
  • spostare in altro sito lo stabilimento dedicato alle attività sportive ora previsto tra la foce del Vaccina e il DLF. Quello spazio attualmente è il più vasto e libero nel tratto centrale del lungomare;
  • sottoporre a VAS (Valutazione Ambito Strategico) il Piano adottato, processo che invece l’Amministrazione vuole evitare, con il rischio di avere un PUA bloccato e rinviato indietro con conseguente perdita di tempo.

Quella del 25 ottobre scorso è stata la quarta adozione fatta dai vari Consigli comunali di Ladispoli su questo tema. Ci auguriamo che l’iter sia rapido nell’interesse dei cittadini, dei balneari e della attrattività turistica di Ladispoli.

Perseguendo l’obiettivo della riqualificazione turistica, ci impegneremo a modificare con le osservazioni, sulle quali lavoreremo chiedendo il coinvolgimento dei cittadini, le previsioni che riteniamo negative e contrarie all’interesse collettivo.

𝗟𝗮𝗱𝗶𝘀𝗽𝗼𝗹𝗶 – 𝗚𝗿𝘂𝗽𝗽𝗼 𝗖𝗼𝗻𝘀𝗶𝗹𝗶𝗮𝗿𝗲 𝗣𝗗-𝗟𝗮 𝗙𝗼𝗿𝘇𝗮 𝗱𝗲𝗹𝗹𝗮 𝗖𝗼𝗺𝘂𝗻𝗶𝘁𝗮̀ 𝗲 𝗖𝗶𝗿𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗣𝗗 “𝗟𝘂𝗰𝗶𝗮𝗻𝗼 𝗖𝗼𝗹𝗶𝗯𝗮𝘇𝘇𝗶”

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Ladispoli, guasto alla rete idrica. Moretti: "Da questa mattina che stiamo sollecitando Acea"

CittàNotizie

Ladispoli, al via l’installazione delle fototrappola: le località segrete

ItaliaNotizieSalute

Influenza, 762 mila casi in Italia solo nell’ultima settimana

CittàNotiziepolitica

L'assessore Riccardo Ferri: "A Cerveteri abbiamo istituito il marchio di qualità De.C.O."

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.