fbpx
 
Notizie

Cerveteri, non si placa l’allarme furti nelle frazioni

Cerveteri, non si placa l’allarme furti nelle frazioni –

Cerveteri, non si placa l’allarme furti nelle frazioni

Non si placa l’allarme furti a Cerveteri. E con le feste natalizie l’allerta cresce. Molti abitanti potrebbero lasciare le proprie abitazioni per recarsi dai parenti altrove, e lo faranno con non poca preoccupazione. Come riportato dal Quotidiano La Voce, le ultime segnalazioni riguardano la frazione cerveterana di Campo di Mare. «In viale Tirreno sono intervenute le forze dell’ordine – scrive pubblicamente Dario – poiché una signora rientrando in casa ha sentito il cane abbaiare e si è accorta che qualcuno stava sulla scala esterna all’abitazione. Ha iniziato a gridare e questa persona è fuggita. Probabilmente i ladri si danno alla fuga mediante i nostri giardini». A distanza di poche ore ecco un’altra incursione dei malintenzionati. «È accaduto con me dentro casa – racconta Flavia, residente – ho fatto finta che io non ci fossi ed ho sentito rumori sospetti dietro la porta, il mio cane ha abbaiato e poi lo sconosciuto è scappato. È già la seconda volta che succede». Sos ancora Cerenova. «Il cane nel mio giardino l’ho trovato un po’ intontito – testimonia Emiliano – e nel magazzino di casa qualcuno è entrato per portarsi via idropulitrice, trapano, decespugliatori e altri attrezzi molto costosi. Purtroppo ho subito un danno importante». Nel mese di novembre sono stati almeno tre i raid in altrettanti appartamenti tra Cerenova e Campo di Mare. Giorni fa ad essere finita nel mirino dei soliti ignoti la frazione agricola Sasso con almeno due ristoratori che hanno subito un furto nelle loro villette saccheggiate mentre lavoravano nelle rispettive attività. Gli abitanti hanno chiesto più controlli nelle ore notturne e si sono rivolti alla classe politica affinché potenzi il sistema della videosorveglianza con l’obiettivo di frenare l’arrivo di eventuali ospiti indesiderati. I riflettori tornano ad accendersi sulla poca sicurezza percepita dai cittadini. I balordi in Bruschi, periferia sud della città, sono stati allontanati da cittadini armati di mazze da baseball dopo le grida di una donna 60enne. La scorsa settimana a non molta distanza, una volante del commissariato di polizia si è messa all’inseguimento di un’auto guidata da un 15enne con 10mila euro in contanti sul sedile frutto di un’attività illecita. La fuga si è conclusa con il ribaltamento della Fiat 500 del minorenne poi elitrasportato al Gemelli senza conseguenze serie. Il giovane è stato comunque denunciato per una serie di reati: resistenza a pubblico ufficiale, possesso ingiustificato di valori e guida senza patente.

Post correlati
Notizie

Allerta gialla sul Lazio: in arrivo piogge e vento forte

Notizie

Autostrada 12: chiusure notturne per l'entrata Civitavecchia Sud

CittàNotizie

Civitavecchia, nuova installazione della statua dedicata al vescovo Carlo Chenis

CittàCronacaNotizie

Civitavecchia, incendio di un motorino in Via Montanucci

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.