fbpx
 
CittàCronacaNotizie

SOS Cuccioli ha trovato una nuova casa

Servono aiuti per realizzare il rifugi. La richiesta d’aiuto di Rita Iacoangeli, fondatrice e ammirevole volontaria

Da otto anni Rita Iacoangeli, fondatrice dell’Associazione SOS Cuccioli, porta avanti l’ammirevole attività di aiutare gli animali in difficoltà, vittime di maltrattamenti o di abbandoni, accogliendoli nella struttura che fino a poco tempo fa sorgeva a pochi metri dall’entrata principale di Ladispoli. Il terreno su cui si trovava il rifugio, tuttavia, è stato venduto e Rita è stata costretta a cercare un nuovo terreno. La futura sede del nuovo rifugio è stata trovata, ma portare a termine i lavori richiede enormi sacrifici, sia dal punto di vista pratico, sia dal punto di vista economico.

Per tale motivo Rita ha lanciato un appello, raccontando la storia della sua attività e le difficoltà che dovrà affrontare nel prossimo futuro insieme a tutti i volontari dell’associazione per continuare a fornire l’aiuto agli animali meno fortunati: “Otto anni fa avevo trovato un terreno che mi permetteva di ospitare il rifugio. Mi accordai con la proprietaria, stabilendo la quota mensile per l’affitto. Poco tempo fa, invece, il terreno è stato messo in vendita e in cinque giorni è stato trovato l’acquirente. Mi ritrovai così nella condizione di dover smontar tutto e, dopo anni di sacrifici, cercare un nuovo terreno per il rifugio. È cominciata così una lunga e ardua ricerca, ma alla fine siamo riusciti a trovare una nuova sede, grazie a un signore con il quale abbiamo sottoscritto un contratto regolare.

SOS Cuccioli ha trovato una nuova casa
SOS Cuccioli ha trovato una nuova casa

La difficoltà, però, sta nel fatto che in questo terreno non c’è nulla, e in pratica dobbiamo ricominciare da zero, costruendo le recinzioni, i box, le cucce per dare ai cani un riparo, le aree per farli sgambare, la casetta per le medicine e altre cose ancora. In attesa di ultimare i lavori, abbiamo dovuto trasferire momentaneamente i 27 cani che ci erano rimasti al canile di Valle Grande, mentre alcuni siamo riusciti a darli in affido a famiglie meritevoli di adottare un amico a quattro zampe.

Ovviamente pagheremo la pensione per tutti i cani affidati al canile affinché possano tornare nel nostro rifugio dopo aver completato i lavori. I cani sono tutti microchippati
e di proprietà dell’Associazione SOS Cuccioli ed è triste pensare al fatto che dovranno trascorrere parecchi giorni in gabbie strette, da soli, con al massimo una passeggiata al guinzaglio, dopo essere stati abituati a correre e a trascorrere le giornate all’aperto insieme. Speriamo di poter completare il nuovo rifugio il prima possibile, per il quale abbiamo
aperto anche una raccolta fondi su GoFundMe; finora abbiamo raggiunto quota 6000 € ma per portare a termine il progetto ci serve una cifra più alta almeno del triplo rispetto
a quella attuale. Ci farebbe piacere ricevere l’aiuto di qualche volontario disposto ad aiutarci nella costruzione del rifugio, capace a tagliare l’erba, a montare le reti, a costruire le casette. Speriamo di ricevere l’aiuto di quante più persone possibili, così da riportare via tutti i nostri cani da Valle Grande nel minor tempo possibile”. Per sostenere l’attività di Rita basta poco ed è possibile farlo in modi diversi. Associazioni come SOS Cuccioli impediscono che centinaia di animali si ritrovino randagi in mezzo alla strada o che finiscano nelle dure realità dei canili. Contribuire per una causa del genere significa salvare la vita a numerosi amici a quattro zampe.

Simone Pietro Zazza

Post correlati
Cittàpolitica

Crisi politica a Cerveteri, "forse meglio farsi aiutare"

Cittàpolitica

Ladispoli: Carmelo Augello e Daniela Marongiu lasciano la Lega

CittàCronaca

Fiumicino, lunedì sospensione idrica

Cronaca

Cerveteri, incendio di sterpaglie in Via Biagio Ferretti: pronto l'intervento dei Vigili del Fuoco

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.