fbpx
CittàNotizie

“I valori guadagnati col sangue nel nome della libertà devono unire e non dividere”

Anche la città di Ladispoli celebra il giorno della Liberazione

“I valori guadagnati col sangue nel nome della libertà devono unire e non dividere” –

“Il 25 aprile non è una semplice celebrazione, quanto piuttosto la giusta occasione per alimentare e riaffermare quei principi che ritengo fondamentali per un’esistenza democratica e civile come libertà, umanità, uguaglianza”.

A dirlo è stato il vicesindaco Pierpaolo Perretta nel suo discorso alle celebrazioni del 25 aprile al Monumento dei Caduti.

Per il vicesindaco valori come la libertà, l’umanità, l’uguaglianza “devono aiutarci a ritrovare una via e un orizzonte comune”.

"I valori guadagnati col sangue nel nome della libertà devono unire e non dividere" (foto da social)
“I valori guadagnati col sangue nel nome della libertà devono unire e non dividere” (foto da social)

“Indro Montanelli diceva ‘un popolo che ignora il proprio passato non saprà mai nulla del proprio presente’ e avrà, aggiungo io, un pessimo futuro”.

“La mia conoscenza di quel tragico passato – ha proseguito Perretta – la devo ai miei studi e ai racconti dei miei nonni, ma è stato sufficiente per comprendere a fondo termini come sacrificio, coraggio, altruismo, libertà, patriottismo, speranza, Nazione, ….”.

E celebrare ogni anno questa ricorrenza, il 25 aprile, il giorno della Liberazione, “significa – ha sottolineato Perretta – non dimenticare che i valori guadagnati col sangue, nel nome della libertà, devono essere elementi di unione e mai di divisione”.

E ricordando “con gratitudine quelle donne e quegli uomini che hanno patito e lottato, a volte sino all’estremo sacrificio, per ottenere l’attuale democrazia e libertà”, il vicesindaco ha voluto concludere con le parole del padre costituente Norberto Bobbio: “Questa è la festa di tutta l’Italia. Senza il 25 aprile la storia non sarebbe la storia di un popolo libero”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Tolfarte e la Rocca in cartolina come scorcio dei borghi

AttualitàCittà

Gli studenti dell’Alberghiero di Ladispoli visitano la Posta Vecchia

Notiziepolitica

Prc: “Santa Marinella sott’acqua e si continua a consumare suolo”

Notizie

Sul maltempo di questi giorni intervengono gli studenti del “Di Vittorio”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?