fbpx
 
Attualità

La continua crescita del mondo digitale

Internet esiste da oltre sessant’anni, cioè da quando negli anni ’60 è stato creato dal Ministero della Difesa degli Stati Uniti come sistema di comunicazione tra militari durante la Guerra Fredda. Ma è solo dagli anni ’90 che Internet diventa pubblico ed inizia a diffondersi anche tra i privati, principalmente grazie all’introduzione del web, servizio creato per la prima volta nel 1989 dallo scienziato del Cern Tim Berners-Lee.

Da allora la crescita è stata inarrestabile e continua ancora oggi, con circa la metà della popolazione mondiale connessa ad Internet e previsioni di un ulteriore aumento. Negli ultimi anni, in particolare, una percentuale sempre maggiore della nostra vita si è spostata dall’offline all’online.

Oggi Internet è infatti una parte imprescindibile della quotidianità delle persone in tutti i Paesi avanzati. Dalle e-mail ai social network, dalle ricerche su Google all’intrattenimento con la musica e i video, senza tralasciare le app per fare praticamente qualsiasi cosa.

Internet è parte della nostra vita

Per molte persone già oggi non sarebbe più concepibile una vita senza Internet. Se pensiamo infatti che il nostro smartphone è costantemente connesso alla Rete e che le comunicazioni ordinarie avvengono per la maggior parte dei casi attraverso una rete dati, possiamo comprendere quanto sia elevata la nostra dipendenza da questa tecnologia.

Dallo scrivere un semplice messaggio su WhatsApp al pubblicare una foto o una storia su Instagram, dal leggere un giornale online a commentare su Facebook: tutte queste azioni che compiamo quotidianamente sono rese possibili grazie ad Internet. I social network sono diffusissimi in tutte le fasce di età ed hanno rivoluzionato non solo il modo di condividere informazioni, ma anche quello di comunicare. Per le aziende, ormai i social sono diventati fondamentali, assieme al sito Internet, che rappresenta il modo in cui il brand si presenta al mondo e si affianca alla vetrina “fisica” del negozio.

Internet ha rivoluzionato il lavoro e lo studio

Dopo la pandemia anche la digitalizzazione del lavoro e della didattica ha visto una forte accelerazione con una diffusione capillare dello smart working e delle lezioni scolastiche online. Se fino a qualche anno fa erano relativamente poche le persone che lavoravano da casa grazie ad un computer e ad una connessione Internet, oggi il lavoro da remoto è diventato la normalità ed anzi è una possibilità sempre più richiesta, grazie alla flessibilità che offre al lavoratore.

Restando in ambito lavorativo, Internet ha creato anche i cosiddetti “nomadi digitali”, cioè le persone che, lavorando online, hanno la possibilità di viaggiare o di vivere per periodi più o meno lunghi in posti diversi. Una possibilità che fino a qualche anno fa non era realizzabile e che è diventata realtà solo grazie al web.

Anche la didattica è stata rivoluzionata grazie al digitale, grazie alla diffusione di corsi online, di università telematiche e di contenuti di formazione di vario genere sempre disponibili. Il sapere è diventato molto più accessibile: oggi molte informazioni di valore vengono rese disponibili ad un prezzo modico o addirittura gratis da molte piattaforme dedicate.

La continua crescita del mondo digitale
La continua crescita del mondo digitale

Un discorso a parte merita la didattica a distanza, che è diventata una opzione alternativa rispetto alle lezioni in presenza e si è rivelata indispensabile durante la pandemia del 2020. Anche i servizi di videoconferenze come Skype, Zoom e Meet sono molto utilizzati a scopo didattico, oltre che lavorativo.

Come è cambiato l’intrattenimento

La rivoluzione digitale che stiamo vivendo ha cambiato per sempre anche il settore dell’intrattenimento. Film, serie TV, musica ed altri contenuti multimediali oggi vengono “consumati” direttamente online grazie alle connessioni sempre più veloci e performanti. Lo streaming attraverso servizi come Netflix e Amazon Prime Video ha visto una crescita esponenziale che ha di fatto mandato in pensione i vecchi CD e DVD.

Ovviamente anche il gaming è stato rivoluzionato da Internet, in particolare grazie alla possibilità di giocare in tempo reale con persone anche dall’altra parte del mondo. I titoli che permettono di giocate “live” sono tantissimi e tra questi ci sono anche i casinò online, che permettono di giocare a poeker, blackjack o alla roulette senza vincoli di orario e di luogo, anche dal proprio smartphone. Basta avere una connessione dati: tutto questo fino a pochi anni fa era impensabile. Un buon inizio sono i siti più affidabili nel mercato italiano, clicca qua per saperne di più.

Ad essere stati trasformati dal digitale sono tantissimi altri settori, come quello bancario (oggi è possibile pagare con le app), quello del turismo e dell’ospitalità (Airbnb e Booking hanno rivoluzionato il modo di prenotare una stanza o una casa), quello medico (con la telemedicina) e altri ancora. Il processo di digitalizzazione è destinato a continuare e ad espandersi anche nei prossimi anni, tanto che molti ritengono che oggi siamo solo all’alba di una nuova era digitale.

Da non dimenticare la crescita del commercio elettronico, esploso nel 2020 e oggi una realtà consolidata che è sempre più utilizzata dai consumatori in tutto il mondo.

Post correlati
Attualità

Gas, calo del 34,2% nella bolletta di gennaio, spesa annua di 1.769 euro a famiglia

Attualità

Servizi tornano a crescere, indice Pmi Italia sale a 51,2

AttualitàCittà

Ladispoli: le farmacie comunali aderiscono alla settimana della raccolta del farmaco

AttualitàCittà

Civitavecchia: Patrizia Piscitello e la sua Compagnia della Bellezza al Festival di Sanremo

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.