fbpx
 
CittàCronacaCuriosità

“Quando cultura fa rima con inclusione”: a Cerveteri due giornate formative

La biblioteca comunale di Cerveteri “Nilde Iotti” nell’ambito delle attività del progetto “BACI di Cultura” ( Biblioteca Accessibile Centro Inclusivo ), in collaborazione con la casa editrice “Uovo Nero”, propone due giornate formative, che si  svolgeranno da remoto, per promuovere la lettura alternativa e accessibile a tutti.

Verranno trattati argomenti molto importanti, che mirano ad accrescere la leggibilità dei testi, come l’utilizzo dei simboli, dei grafici e l’approccio alla comunicazione aumentativa e alternativa. Inoltre sarà mostrato come determinate strategie comunicative, possano aumentare la fruibilità dei contenuti culturali sia delle biblioteche sia dei musei.

Per informazioni e iscrizioni scrivere a [email protected] o telefonare al fisso 069943285 o al mobile 3334914241.

Queste le date:

Mercoledì 12 giugno ore 10/13

Libri accessibili e lettura inclusiva

A cura di Sante Bandirali

Che cosa rende un libro più accessibile di un altro? Chi sono i lettori di questi libri e in che modo li leggono? Un incontro alla scoperta dei libri in simboli, che permettono di portare la bellezza dell’albo illustrato a tutti i bambini che non sanno ancora leggere o che stanno muovendo i primi passi nel fantastico mondo della lettura.

Il corso si concentra sulle caratteristiche grafiche, testuali, editoriali che possono accrescere la leggibilità dei libri, con particolare attenzione all’uso dei simboli della comunicazione aumentativa e alternativa, analizzando le principali raccolte di simboli e l’uso più adeguato ai fini della comprensione da parte dei lettori e dell’inclusione. Verranno trattati tutti gli aspetti del libro in simboli e le differenze tra i vari approcci alla simbolizzazione

Mercoledì 26 giugno ore 10/13

La comunicazione visiva nell’autismo e in altre forme di disturbi della comunicazione

A cura di Enza Crivelli

Il corso esamina le caratteristiche di funzionamento delle persone con disturbi della comunicazione, individuandone i bisogni e le strategie di intervento attuabili. Sulla base di molti esempi tratti dalla pratica clinica ed educativa, il corso fornisce una guida all’utilizzo della CAA atto a facilitare l’accesso ai contenuti culturali in biblioteche e musei, adeguato al contesto e rispettoso del destinatario, allo scopo di eliminare le barriere comunicative che spesso inconsapevolmente vengono create.

Progetto realizzato con il finanziamento del Cepell ed il cofinanziamento della Fondazione Cariciv

Alla fine dei corsi verrà rilasciato un’ attestato di partecipazione.

Post correlati
Città

Marina di San Nicola, in via Tre Pesci arriva l’area pedonale

CittàCronaca

A12: chiuso stanotte lo svincolo di Santa Severa - Santa Marinella

AttualitàCittà

Week end alla scoperta di Castrum Novum

CittàCronaca

Lutto in casa città di Cerveteri, è morta la mamma del dirigente Massimo Zanni

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.