fbpx
 
 
Notizie

Niente tamponi rapidi nelle farmacie di Cerveteri, scatta la raccolta firme

Con l’obbligo di green pass per accedere al posto di lavoro a partire dal 15 ottobre diversi cittadini stanno chiedendo il servizio di test rapidi

Niente tamponi rapidi nelle farmacie di Cerveteri, scatta la raccolta firme –

Dal 15 ottobre si potrà accedere al posto di lavoro solo con green pass. Bisognerà dunque essere vaccinati, essere guariti da covid, o aver effettuato un tampone rapido (valido 48 ore) o molecolare (valido 72 ore) per il rilascio del certificato verde.

tamponi Cerveteri raccolta firme

E così, mentre c’è chi ha deciso di proseguire con la somministrazione del vaccino anti covid-19, c’è anche chi ha deciso, almeno per ora, di affidarsi ai tamponi rapidi.

Poco sono però le farmacie che hanno messo a disposizione il servizio. A Ladispoli, oltre a due farmacie private, da qualche giorno è arrivata a dare man forte anche la Flavia Servizi con l’attivazione di un gazebo davanti alla farmacia comunale di viale Europa (e la domenica mattina in quella di via Bari) che effettuerà i tamponi rapidi a prezzi calmierati per quattro mattine e quattro pomeriggi a settimana.

Niente da fare invece nella vicina Cerveteri, dove al momento nessuna farmacia comunale né privata ha attivato il servizio. Un vero e proprio disagio per i residenti del territorio e in particolar modo per quelli delle frazioni che per poter effettuare i tamponi dovranno recarsi nei comuni limitrofi, con maggiore disagio anche per i residenti di questi ultimi e con i tempi di attesa che rischiano di lievitare.

E così, alcuni cittadini di Cerveteri, hanno deciso di avviare una raccolta firme per chiedere all’amministrazione comunale di adoperarsi in tal senso.

“A seguito delle disposizioni governative il nostro territorio risulta scoperto del servizio di screening tramite tamponi”, si legge nell’evento social.

“La seguente petizione vuole sensibilizzare le istituzioni territoriali nell’implementare al più presto il servizio, come previsto dalle norme e dagli accordi tra il Ministero della Salute con le associazioni del settore farmaceutico”.

La petizione potrà essere firmata nella piazza del mercato di Cerenova per i residenti a Cerveteri domenica 3 ottobre dalle 10 alle 13.

Post correlati
Notizie

Ladispoli, scatta Estate sicura: torrette e bagnini sulle spiagge libere

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, si perdono in zona Cascatelle. Recuperati dai Vigili del fuoco e dagli uomini della Protezione Civile

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, donna cade e si fa male durante una escursione. Interviene eliambulanza

CittàNotizie

Cerveteri, martedì 24 maggio sospensione idrica

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.