CittàNotizieSport e Salute

La Asl Roma 4 attraverso il percorso nascita sostiene l’allattamento al seno

Diversi gli aspetti positivi: rafforza e consolida il legame del neonato con la mamma, fornisce al neonato un’alimentazione completa, …

La Asl Roma 4 attraverso il percorso nascita sostiene l’allattamento al seno –

L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda l’allattamento al seno in maniera esclusiva fino al compimento del 6° mese di vita, le indicazioni non finiscono qui, successivamente il latte materno è consigliato come alimento complementare fino al compimento dei due anni di vita del bambino, e comunque, finché mamma e bambino lo desiderano.

L’allattamento al seno ha molti aspetti positivi:

– rafforza e consolida il legame del neonato con la mamma

– fornisce al neonato un’alimentazione completa, ricca di complementi nutrizionali

-protegge il neonato dalle infezioni, anche grazie al ruolo svolto dal colostro

-porta comprovati benefici alla salute della mamma

Accade spesso però che le neo mamme trovino delle difficoltà nell’avvio dell’allattamento, difficoltà che possono diventare ostacoli insormontabili influenzati dallo stresso psicologico a cui è sottoposta la mamma dopo il parto.

E’ fondamentale quindi che il SSN sostenga le mamme nell’avviare l’allattamento, e nel sostenerle risolvendo quelle difficoltà che possono compromettere il percorso. Il percorso nascita attivo presso l’Ospedale San Paolo di Civitavecchia, e presso i consultori della Asl, favorisce il sostegno alle mamme in questo delicato passaggio.

Offrire a mamma e bambino un travaglio/parto naturale sereno e in totale sicurezza, è uno degli obiettivi principali del reparto di Maternità del San Paolo.

Nelle prime ore dal parto si stabilisce un legame speciale tra madre e bambino con cui è bene interferire il meno possibile

Il mezzo più semplice ed efficace per creare un legame stabile e positivo tra i genitori e il figlio è quello di mettere il neonato nelle braccia della mamma, in contatto pelle-pelle nelle due ore successive al parto, senza attuare nessuna separazione se il loro stato di salute lo permette.

Il bambino e la mamma potranno pertanto sviluppare quel legame istintivo e meraviglioso, che permetterà al piccolo di trovare e attaccarsi subito al seno, per avviare l’allattamento nel migliore dei modi.

L’accompagnamento e il sostegno in questo delicato momento, viene seguito dall’ostetrica del San Paolo che instaura con la mamma e il papà un rapporto “One to one” garantendo in questo modo serenità al nucleo familiare durante il travaglio e il parto.

Se le condizioni di salute di mamma e bambino permetteranno il parto naturale, la nuova famiglia vivrà sicuramente un’esperienza meravigliosa, la nascita è il miracolo della vita, e va celebrata e non temuta come una esperienza di dolore.

Fondamentale è anche l’accompagnamento svolto dai consultori aziendali, prima e dopo la nascita del bambino. Un sostegno non solo pratico, ma anche psicologico, perché è risaputo che ogni mamma, quando arriva il momento di partorire ha paura, paura del dolore, paura di non avere la capacità di affrontare questo importante passo.

E dopo, quanto è importante il sostegno nei primi mesi dopo la gravidanza?

Le ostetriche sono disponibili nel sostegno all’allattamento, ed è possibile anche frequentare i gruppi di sostegno formati da altre mamme per condividere insieme l’esperienza dell’allattamento, sfatare dubbi e superare le paure.

E’ doveroso ricordare l’adesione della Asl Roma 4 al protocollo Unicef Baby Pit Stop per il sostegno all’allattamento.

“Allattare al seno è naturale, salutare ed è anche un diritto: ne parla esplicitamente l´art. 24 della Convenzione ONU sui diritti dell´infanzia e dell‘adolescenza, dedicato al diritto alla salute

L´allattamento rappresenta un beneficio a cui hanno diritto tutti i bambini senza alcuna discriminazione, perché è un´esperienza unica, che fornisce l´alimentazione completa contribuendo al loro pieno sviluppo e alla loro sana crescita.

È ampiamente provato che allattare al seno riduce i tassi di morbilità e mortalità infantile, riduce l´incidenza e la gravità delle malattie infettive e dà alla maggior parte delle donne un senso di soddisfazione e di pieno contatto con il proprio figlio.”(cit. dal sito Unicef Italia)

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàCronaca

Ladispoli, formazione d'eccellenza all'alberghiero

CronacaNotizie

Cerveteri, casa invasa dalle api. Intervento degli agenti del NUBI della protezione civile

Cittàpolitica

Tagli ai servizi sociali, anche la 'Casa del Popolo' Ladispoli alla manifestazione di domani

AttualitàCittà

#IoVadoAlMuseo: sabato 29 giugno ingresso gratuito al Parco archeologico del Colosseo per la Festa dei SS Pietro e Paolo

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista