fbpx
 
CittàCuriositàFoodNotizieOspiti

Cerveteri capitale della solidarietà grazie a DOC Italy

Il 24 ottobre Cerveteri si trasforma in un salotto solidale grazie a DOC Italy: 29 chef arrivano in città per aiutare il “Salvamamme”

Cerveteri capitale della solidarietà grazie a DOC Italy – Parlare con Tiziana Sirna è come percorrere delle rapide, bisogna stare attenti e capire la direzione giusta da prendere per cercare di arrivare alla fine del percorso. E’ difficile, bisogna starle dietro. Sì, perché lei è un vero e proprio fiume in piena: idee, passione e pragmaticità unite dall’amore per l’Italia. Immagino che molti di voi si stiano chiedendo chi sia questa donna e cos’abbia a che fare con il nostro territorio, ma andiamo per gradi.

A volte Cerveteri è una città fortunata e questo è il caso, infatti, lunedì 24 ottobre a Palazzo Ruspoli, a Cerveteri, si terranno 2 eventi benefici. A partire dalle ore 16 assisteremo a “Nonna Boutique”, un’iniziativa che vuole permettere anche alle signore più in difficoltà di vedersi al meglio. All’interno delle sale di Palazzo Ruspoli verrà allestito un vero e proprio negozio di vestiti e le “nonnine” potranno concedersi un pomeriggio di shopping. Dalle ore 17, invece, le attività si sposteranno all’esterno dove circa 30 chef stellati offriranno i propri piatti a prezzi modici. L’iniziativa nasce per supportare l’associazione “Salvamamme”, recentemente colpita da un grave furto. Il ricavato verrà quindi devoluto a quest’organizzazione che si occupa di sostenere le mamme nei loro momenti più duri.

Questi eventi, che vogliono trasformare Cerveteri in una vera e propria città della solidarietà, arrivano proprio grazie a Tiziana Sirna e alla sua associazione DOC Italy. Da subito i suoi progetti stati accolti dall’amministrazione e in particolare dall’assessore alle politiche sociali Francesca Badini, ben contenta di poter collaborare con questa realtà.

Cos’è DOC Italy?

DOC Italy è un’associazione che nasce nel 2013 con l’obiettivo di valorizzare e premiare le realtà che fanno brillare l’Italia nel mondo. Abbiamo premiato il regista Pingitore, l’attrice Marisa Laurito, ma anche i produttori di coralli di Torre del Greco o ancora dei cappelli di Montappone, pensi che anche la regina Elisabetta ha acquistato i suoi cappelli in questo comune. Ci saranno circa mille abitanti, ma tantissime imprese di produzione di cappelli. E’ un’associazione che dalla sua nascita parla d’artigianato e poi si colloca sempre più nel settore agroalimentare, un po’ per un’affinità nel nome e poi per l’appeal che il cibo italiano ha nel mondo. Nel 2014 nasce il ruolo di ambasciatore DOC Italy, di cui vengono insignite persone che con la loro attività portano in alto il nome dell’Italia nel mondo. Tra i personaggi più illustri abbiamo gli chef Sorbillo, Pomata o ancora Sorrentino e tanti altri. Abbiamo collaborato con le ambasciate e poi collaboriamo nel settore moda con famosissimi stilisti come Gianni Molaro o Sabrina Persechino. Insomma, il nostro obiettivo, in senso assoluto, è dare visibilità a piccole realtà di livello altissimo. Sa, serve passione per svolgere determinati lavori; quelli dell’artigiano, del contadino o del cuoco sono lavori logoranti. I cuochi non hanno nemmeno un sindacato, non esiste una realtà che li tuteli. DOC Italy è uno strumento per fare sentire le loro necessità, un ponte.

Come arrivi a Cerveteri?

Vivo da tre anni a Ladispoli per motivi familiari, ho organizzato già eventi a Ladispoli e avevo questo progetto da preparare urgentemente, volevo aiutare la sede del “Salvamamme” che ha subito un grave furto. Alle 10 di un sabato mattina, ho trovato su internet il numero della sindaco di Cerveteri che mi ha richiamato dopo 10 minuti e il lunedì successivo ho avuto un appuntamento con l’assessora alle politiche sociali, Francesca Badini. E’ stata veramente deliziosa ed estremamente disponibile. Il mio lavoro resta a Roma ovviamente, ma mi piacerebbe che il luogo in cui vive mia figlia possa esprimere tutte le sue potenzialità. Sono veramente rimasta incantata da Cerveteri e spero di riuscire a realizzare qualcosa di importante

Cerveteri capitale della solidarietà grazie a DOC Italy

C’è qualche chicca che ci aspetta lunedì?

Lunedì, proprio da Cerveteri, partirà un importante progetto per DOC Italy: “Maritozzi Stellati”. 12 coppie di chef e maestri pasticceri lavoreranno insieme nella rielaborazione di questo piatto tipico della romanità. Il primo duetto sarà formato dal maestro pasticcere Patrizi e dal noto chef Di Iorio, del ristorante stellato Aroma, un posto magico frequentato da tutti i vip. I maritozzi verranno poi inseriti in carta e una percentuale del venduto andrà devoluta al “salvamamme”. Per questo parliamo di eccellenze unite per l’associazione

Riuscire a riunire personaggi di questo calibro per realizzare eventi benefici non è da tutti. Qual è il segreto?

DOC Italy negli anni è diventata una vera e propria famiglia, le persone scelte sono professionisti di altissimo livello e soprattutto persone generose, capaci di collaborare. Non c’è una prima donna in DOC Italy.

Anche se ci dovessero essere delle difficoltà nell’organizzazione dell’evento, loro riuscirebbero a cavarsela, sono tutti amici che si incontrano e questi eventi sono anche la “scusa” per stare insieme. In DOC Italy sono nate amicizie, addirittura degli amori, ma posso affermare dopo dieci anni di attività, che chi è entrato non è mai uscito di propria volontà.

Doc Italy negli anni è diventata una vera e propria famiglia, le persona scelte sono professionisti di altissimo livello, ma soprattutto persone generose e capaci di collaborare, fare team, non c’è la prima donna in doc italy, anche se ci fossero delle difficoltà, loro sono tuti amici che si incontrano e fanno festa, si incontrano e donano, ma è anche la scusa per stare insieme, grandissime amicizie , anche amori che sono nati. noi tra pochi mesi facciamo dieci anni e chi è entrato non è mai uscito di propria volontà.

Ha già altri progetti in cantiere per Cerveteri?

Sicuramente DOC Italy si mette a disposizione anche per i prossimi eventi benefici. Vorrei che Cerveteri diventasse una sorta di capitale della solidarietà, vedremo. Sicuramente l’assessore Badini è stata estremamente disponibile

Giorgio Ripani

Post correlati
Città

Sinistra Italiana Ladispoli: "Sul parco di Viale Europa lavori conclusi che però non rispettano il progetto presentato"

Città

Cerveteri, la città piange la scomparsa del Dottor Bruno Costantini

AttualitàCittà

Santa Marinella inserita nel titolo ''Città che legge'' 2022-2023

CittàNotizie

Civitavecchia: non riescono a mettersi in contatto con lui da ieri, uomo trovato morto in casa

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.