fbpx
CittàEvidenzaNotizie

Cerveteri, bagno di folla per il presepe vivente. Don Gianni: ”Un grazie a Francesco Ricci e a tutti gli organizzatori. Custodiamo questa magia”

0 Condivisioni

bagno di folla per il presepe vivente – Il presepe Vivente di Cerveteri è uno degli appuntamenti più emozionanti del Natale a Cerveteri e anche quest’anno ha confermato tutta la sua magia incantando le oltre 10000 persone che lo hanno ammirato nelle 4 serate. Sulla magia del Natale e del Presepe vi proponiamo la lettera del Parroco Don Gianni:

“Se sapremo stare in silenzio davanti al presepe, Natale sarà anche per noi una sorpresa, non una cosa già vista. Stare in silenzio davanti al presepe: questo è l’invito, per Natale. Prenditi un po’ di tempo, vai davanti al presepe e stai in silenzio. E sentirai, vedrai la sorpresa.”

Queste parole di Papa Francesco sono state il titolo del Presepe vivente realizzato dagli oltre duecento volontari della Parrocchia di S. Maria Maggiore e non solo, che è stato visitato nei quattro giorni di rappresentazione da migliaia di persone.

Chi ha seguito il percorso nel parco della Legnara ha visto i lavori semplici e umili di un villaggio antico: la Betlemme dei tempi di Gesù e, allo stesso tempo, la vita quotidiana e il lavoro di ieri a Cerveteri.

Siccome la nostra vita quotidiana di oggi rischia di essere travolta da ritmi frenetici e da compulsivi e consumistici atteggiamenti, il Presepe ha costituito per le persone che lo hanno preparato e vissuto una sorta di pausa, un tempo in cui stare dentro un grande silenzio.

E nel silenzio, appena velato da una discreta colonna sonora, si è accompagnati piccoli e grandi allo stupore di ritrovare al termine del cammino il Bambino Gesù.

Dio che si è fatto bambino!

Le quattro famiglie che hanno portato i loro neonati nella stalla hanno percepito la profondità del Mistero: la gioia e la sorpresa del cambiamento sta nel donare senza pretese il tuo tempo, offrire lo spettacolo dell’amore che vivi e che ricevi nella realtà della famiglia, circondata dall’attenzione e dal calore di tutta la comunità.

La tradizione del Presepe vivente si è rinnovata anche stavolta: l’instancabile dedizione di Francesco Ricci e di un manipolo di instancabili san Giuseppe, di laboriose e attente Marta e Maria, ha reso possibile l’incontro di piccoli e grandi con il Natale di Gesù.

Ringraziamo ognuno dei collaboratori e dei visitatori, invitando a custodire nel cuore con gratitudine il dono di Dio.

0 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Ladispoli, pasto da casa. Il preside Agresti: "Facciamo chiarezza"

NotizieSport e Salute

Pallanuoto under 15, bronzo nazionale per il cerite Alessandro Agnolet

CittàNotizie

Un Weekend ricco di divertimento per tutti a Cerveteri e Cerenova

CittàNotizie

Il disagio di "Parco Marco Vannini" con erbacce alte mezzo metro

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista