AttualitàCittàNotizie

Tari, le attività di somministrazione pagheranno meno

0 Condivisioni

Aumenta il coefficiente per istituti bancari e uffici professionali

Tari, le attività di somministrazione pagheranno meno –

Tari più bassa a partire già dal 2019 per le attività commerciali di somministrazione della città.

A deciderlo è stato il consiglio comunale che mercoledì sera ha approvato il nuovo regolamento Tari.

Dal documento redatto dall’amministrazione comunale e passato all’approvazione della massima assise cittadina, da quest’anno bar, ristoranti, negozi di ortofrutta e fiorai potranno contare su una bolletta meno salata rispetto gli anni precedenti.

«La finanziaria – ha spiegato l’assessore al bilancio Claudio Aronica – ci dà la possibilità quest’anno di poter ridurre o aumentare fino al 50% il coefficiente».

E così a essere “privilegiati” in quest’ottica saranno in particolar modo le attività di somministrazione che fino allo scorso anno si sono ritrovate a pagare «importi abbastanza importanti – come ha sottolineato Aronica – più alti rispetto a quelli pagate da attività simili ma situate in altri comuni».

Tari, le attività di somministrazione pagheranno meno
Tari, le attività di somministrazione pagheranno meno

Non solo. Col nuovo regolamento l’amministrazione ha deciso di premiare, con delle agevolazioni, quanti si avvarranno dello strumento della riduzione dello spreco alimentare.

Se un’attività, cioè, deciderà di donare i generi alimentari avanzati durante la giornata ad associazioni di volontariato o a cooperative sociali che si occupano della ridistribuzione di questi generi alimentari tra i più bisognosi, allora si potrà contare su uno sconto in bolletta. Buone notizie anche per gli stabilimenti balneari.

Anche in questo caso sarà applicato uno sconto del 30% per quest’anno che sarà portato al 40% nel 2020. Le Case Sparse invece otterranno lo sconto in bolletta se accetteranno di effettuare il compostaggio.

Le novità del servizio porta a porta nelle frazioni della città balneare (Olmetto, Bioetto e Monteroni) sono state illustrate già martedì sera dal sindaco Alessandro Grando e dal delegato al servizio di igiene urbana Carmelo Augello ed entreranno in vigore a partire da oggi.

Nelle frazioni non sarà più effettuata la raccolta porta a porta dell’umido che sarà sostituito dal compostaggio. Il ritiro degli altri rifiuti sarà effettuata ogni quindici giorni, anziché settimanalmente.

Questo comporterà uno sconto in bolletta (sia nella parte fissa che nella parte variabile) del 50%.

Qualora però, i residenti dovessero decidere di non voler perdere il ritiro dell’umido da parte della ditta incaricata, dovranno rinunciare allo sconto in bolletta ma fare comunque “i conti” con il ritiro quindicinale delle altre frazioni dei rifiuti.

I residenti potranno comunque contare su delle stazioni mobili, dove sarà possibile conferire le frazioni dei rifiuti (compreso l’umido) per due volte a settimana: il martedì dalle 13 alle 19 e il sabato dalle 8 alle 14.

Le stazioni mobili, che saranno presidiate da personale preposto, saranno attivate nelle traverse principali delle frazioni: via dell’Olmo, via Rimessa Nuova, Castellaccio-Monteroni, via Antica Aurelia (ingresso Aurelia) e via dell’Infernaccio.

Ma se c’è chi vedrà alleggerirsi meno il portafogli, c’è anche chi dovrà sborsare di più per pagare la tari. Sarà il caso degli istituti bancari e degli uffici professionali.

Nel primo caso, con il nuovo regolamento, sarà applicato un aumento del 50%, mentre nel secondo caso l’aumento sarà di un terzo rispetto a quanto pagato attualmente.

0 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CronacaNotizie

Vannini, interrogato il brigadiere Amadori

Notiziepolitica

Bando per il trattamento rifiuti ritirato dall'Università Agraria, Grando: "Ottima notizia"

CittàNotizie

Università Agraria di Bracciano: deliberata la revoca del bando per impianto di compost a Cupinoro

CittàCronacaNotizie

Lutto a Cerveteri per la morte di Pippo Vella

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista