AttualitàCittà

Scuolambiente, abbandono animali: ”Aiutateci ad aiutarli”

7 Condivisioni

Scuolambiente, abbandono animali: ”Aiutateci ad aiutarli” – Riceviamo e pubblichiamo:

E si ricomincia…ammesso che ci si sia mai fermati!

Con il caldo anomalo degli ultimi tempi anche gli animali, com’è ormai noto, non riescono più a seguire il loro normale ciclo vitale.

E, difatti, sono iniziate le prime cucciolate feline, ma anche canine, con conseguenti abbandoni dovuti alla scellarata irresponsabilità quanto spudorato menefreghismo dei proprietari che ritengono in molti casi “innaturale” sterilizzare la propria gatta o la propria cagnolina ma non si fanno nessuno scrupolo nell’abbandonare i piccoli e, talvolta, anche le mamme.

Spesso i cuccioli vengono lasciati con ancora il cordone ombelicale attaccato oppure si ritrovano mamme in giro con le mammelle gonfie di latte ma senza i piccoli che, quasi sicuramente, sono stati ammazzati senza un briciolo di coscienza.

Scuolambiente, abbandono animali: ''Aiutateci ad aiutarli''
Scuolambiente, abbandono animali: ”Aiutateci ad aiutarli”

Qualora queste creature hanno la fortuna di incontrare sul luogo dell’abbandono una delle meravigliose volontarie del territorio possono ritenersi fortunate perchè questi angeli non ne lasciano mai indietro nessuna, mai si voltano dall’altra parte, piuttosto rinunciano alla loro giornata di lavoro o di svago o al tempo da dedicare alla loro famiglia ma mai e poi mai lascerebbero al loro destino una creatura indifesa e bisognosa di aiuto.

E così le loro case iniziano a riempirsi nuovamente di gattini o cagnolini da allattare, da svezzare, da far visitare dai veterinari, da curare, vaccinare e, nel frattempo, mandar foto ed appelli sui social per trovargli l’adozione perfetta…e già, perchè non si affidano per la vita queste creature al primo che capita che potrebbe rimandarlo al mittente perchè improvvisamente si accorge che i cani vanno portati a passeggio almeno tre volte al giorno e, se cuccioli, anche di più perchè altrimenti fanno i loro bisogni in casa oppure i gatti graffiano il divano se non gli si compra un tiragraffi, che cani e gatti perdono incredibilmente il pelo, che il cane abbaia ed il gatto miagola!

Da non credere, vero? Eppure spesso succede proprio questo, si adotta un cagnolino o un gattino con la stessa superficialità con cui si compra un peluche ma loro sono vivi, soffrono e gioiscono esattamente come noi e noi di Scuolambiente questo cerchiamo di insegnare ai bimbi sin dalla scuola dell’infanzia, ADOTTARE UN ANIMALE SIGNIFICA AVERLO IN FAMIGLIA PER SEMPRE PERCHE’ E’ PARTE DELLA FAMIGLIA!

E poi ci sono quelli che traslocano, che si trasferiscono in un’altra città o un’altra nazione e, improvvisamente, il loro cane o il loro gatto diventa un peso, un oggetto di cui disfarsi come un vecchio divano ingombrante e succede che addirittura un gatto di ben 16 anni buttano via perchè è diventato scomodo! Oppure nasce il secondo bambino e la gatta di casa deve uscire perchè sono diventati troppi e magari è scoppiata un’improvvisa allergia al figlio appena nato (che non può ancora sviluppare allergie)!

E le volontarie sono sempre lì, pronte ad accogliere queste anime pure ed indifese vittime della crudeltà e della bestialità umana e, laddove le loro case sono piene, non si perdono d’animo e si caricano di ulteriori spese cercando stalli a pagamento.

E poi ci sono le colonie feline, sempre in aumento, centinaia di gatti da sfamare quotidianamente e spesso curare, per non parlare delle sterilizzazioni che quasi mai, ormai, vengono fatte dalla asl!

E noi di Scuolambiente siamo nuovamente qui a chiedere aiuto a voi che ci leggete, AIUTATECI AD AIUTARLI! Non lasciamo sole le volontarie, non lasciamo soli questi esseri indifesi, con un piccolo gesto possiamo dare una grande mano almeno con le pappe!

Basta acquistare anche una sola scatoletta negli esercizi commerciali dove sono esposte le locandine o, se volete farlo tramite noi di Scuolambiente, presso Casa Oasi Duemila a Cerveteri o altrove e lasciandole presso il Centro Veterinario Associato di Via Formia a Ladispoli con cui siamo gemellati e provvederemo a distribuirle alle volontarie del territorio, così come facciamo con le pappe donate dalle scuole dove svolgiamo il nostro progetto rivolto agli animali.

IL MARE E’ FORMATO DA TANTE PICCOLE GOCCE, ogni piccolo aiuto è fondamentale!

Grazie di cuore a chi vorrà dimostrare a queste creature che anche gli umani hanno un cuore e che non tutti sono come coloro che li hanno buttati via come spazzatura!

Elena Palumbo

(Referente Settore Animali Scuolambiente)

7 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCittàCronacaOspiti

Musica in lutto: è morto a 76anni Scott Walker. Divenne famoso con i The Walker Brothers

AttualitàCittàCronacaNotizieOspiti

Santa Severa, tragedia in spiaggia: morto un surfista

AttualitàCittàCronacaOspitipolitica

Cerveteri, il MoV. 5 Stelle aderisce alla Campagna sull’Economica Circolare

AttualitàCittàCronacaNotizieOspiti

Allerta Meteo: sul Litorale forti raffiche di burrasca per le prossime 24/36ore

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista