fbpx
 
Città

Santa Marinella, termina il lavoro dell’OSL: fine del default

Cinque anni di attività commissariale si sono conclusi con il ripianamento dei conti del comune tirrenico: cosa è stato fatto

Santa Marinella, termina il lavoro dell’OSL: fine del default –

Santa Marinella esce dal default e chiude una fase molto difficile iniziata oltre 5 anni fa. Lo ha ricordato il sindaco Pietro Tidei, intervenuto questa mattina alla conferenza stampa ospitata presso la Casina Rosa e indetta per porgere un saluto e sentito ringraziamento per il lavoro svolto ai membri dell’Organo Straordinario di Liquidazione, nominato dal Ministero per la gestione del Dissesto, causato delle gestioni delle passate amministrazioni. È stata questa l’occasione per presentare il Rendiconto della Gestione Commissariale

I numeri definitivi presentati dalla commissione sono impietosi e certificano, qualora ce ne fosse ancora bisogno, come la strada scelta nel nostro primo mandato amministrativo fosse inevitabile, benché dolorosa per l’amministrazione e soprattutto per la cittadinanza.  Esisteva infatti un buco di bilancio che sfiorava i 15 milioni di euro.  Il dissesto fu un mero atto dovuto dopo che il rendiconto della gestione 2017, redatto durante la gestione commissariale. Nello specifico il risultato in negativo era di meno 14.775.850,32. Tale disavanzo di amministrazione non era, ovviamente, gestibile tramite procedure ordinarie.

In questo quadro si è svolta l’azione della OSL, alla quale vanno i ringraziamenti dell’amministrazione per il lavoro svolto con professionalità, puntualità, diligenza e spirito di collaborazione nei confronti dell’Ente.

I commissari hanno per prima cosa pensato a recuperare tutti i “crediti” che l’Ente vantava fino al dicembre del 2017 ed a riscuoterne poco più di 4 milioni di euro.

L’azione della OSL si è poi concentrata sulla parte dolorosa del dissesto, quella del pagamento dei debiti dell’Ente Sono stati pertanto contattati tutti gli enti e società che vantavano un credito nei confronti del comune di Santa Marinella ed è stata proposta loro una transazione, ovvero il pagamento immediato entro 30 giorni delle fatture, ma al 60 per cento del loro importo. In totale la commissione ha potuto liquidare  oltre due milioni e 600 mila euro. Tuttavia non tutti i creditori hanno accettato la proposta transattiva della OSL, per questi la commissione ha provveduto ad accantonare e trasferire al comune circa il  50 percento dei debiti, ancora da sanare , e si tratta di un milione e 900 mila euro Della restante quota dovrà farsi carico l’attuale amministrazione, come già fatto per l’anticipazione di tesoreria non restituita al 31.12.2017  che ammontava a ben 5 milioni. Non voglio entrare nel merito di questa azione  ma a evidente che per la nostra amministrazione  è stato davvero molto comesso e doloro dover risanare anche questo  deficit ereditato dal passato  L’Amministrazione è pronta a farsi carico ancora una volta delle conseguenze delle amministrazioni che ci hanno preceduto e, nonostante le critiche e gli attacchi, grazie alla gestione razionale delle risorse comunali messa in campo già nel precedente mandato, riuscirà ad assorbire il contraccolpo dei debiti ereditati dal dissesto continuando a fornire adeguate risposte alle esigenze dei cittadini restituendo, alla fine di questo mandato elettorale, ai cittadini una città moderna, sostenibile e con servizi adeguati”.

Ringraziamenti per l’accoglienza e il supporto ricevuto dall’amministrazione e dal funzionario responsabile del settore finanziario sono stati espressi anche dal presidente della commissione, che ha voluto elogiare    l’azione politica amministrativa posta in atto dalla maggioranza del sindaco Tidei. Un’ amministrazione che in questi anni ha agito come un buon padre di famiglia consentendo di raggiungere dei risultati davvero eccellenti riuscendo a risanare i conti pubblici ed uscire  dal dissesto finanziario .

“Sono stati anni difficili – ha concluso il Sindaco Pietro Tidei – abbiamo affrontato anche una Pandemia e abbiamo dovuto chiedere ai cittadini sacrifici in quanto la legge ci ha obbligato ad imporre aliquote massime per le imposte comunali. Anche in questo caso i cittadini come per il mutuo ventennale di circa 200 mila euro annui sanno chi ringraziare per questi loro sacrifici. Fortunatamente, grazie ai fondi del Pnrr, abbiamo ottenuto quasi venti milioni di euro il settore delle opere pubbliche è proseguito speditamente e stiamo ultimando un progetto di riqualificazione dell’intera città”.

Post correlati
CittàCronaca

Santa Marinella, l'area dell'ex fungo gratuita per i residenti del centro storico

Città

Tre nuovi agenti per la Polizia Locale di Cerveteri

Città

Appuntamento con la storia di "Ladispoli"

CittàUncategorized

Carenza acqua a Ladispoli, il Sindaco incontra Acea Ato2

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.