CittàCronacaNotizie

Santa Marinella, iniziate le operazioni per far brillare la bomba

25 Condivisioni

L’ordigno originario della Seconda Guerra Mondiale rinvenuta sulla spiaggia di Macchiatonda

Santa Marinella, iniziate le operazioni per far brillare la bomba – Abitazioni e strutture evacuate e 6° Reggimento Genio Pionieri già sul posto per le operazioni di messa in sicurezza della zona.

Nei giorni scorsi sulla spiaggia di Macchiatonda ha fatto la sua apparizione un ordigno bellico risalente al confilitto mondiale.

E questa mattina i militari si sono portati sul posto per mettere in sicurezza l’area facendo brillare l’ordigno.

Presenti sul posto anche i volontari delle associazioni del territorio che stanno presidiando la zona per evitare che curiosi si avventurino in prossimità della bomba.

Sul posto sono infatti presenti anche Croce Rossa, Nucleo Sommozzatori e Protezione civile.

25 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Santa Marinella, la Casina Rosa sarà intitolata al giornalista Stefano Trincia

Notiziepolitica

Cerveteri, causa estumulazioni il 26 chiuso il cimitero vecchio

AttualitàCronacaNotizie

Collezione Berni, ritrovati dal Commissariato nuovo Casilino molti pezzi della collezione

AttualitàCittàCopertina

Da Pyrgi a Santa Severa: un corso di divulgazione scientifica tenuto da Flavio Enei

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista