fbpx
 
 
Città

Santa Marinella, il Comitato ricorre al Vaticano per salvare il Convento

Il Comitato sorto per salvare la struttura di Santa Severa ha presentato un ricorso gerarchico per scavalcare i francescani

Santa Marinella, il Comitato ricorre al Vaticano per salvare il Convento –

Non si ferma l’azione del Comitato spontaneo nato per tentare di salvare il Convento dell’Immacolata di Santa Severa.

La struttura, di proprietà dell’ordine dei frati conventuali di San Francesco è stata venduta ad un privato che la trasformerà in un’attività alberghiera.

Per impedire l’operazione è sorto un comitato spontaneo di cittadini che in questi mesi ha tentato di impedire la conversione del Convento.

“Nei giorni scorsi, dopo che numerosi cittadini hanno ravvisato il principio di essiccazione degli arbusti in prossimità di via Giunone Lucina ed altri hanno avvertito dei fortissimi rumori per lavori interni al Convento, il Comitato ha prodotto un ricorso gerarchico, per ottenere una pronuncia formale del Vaticano, che scavalca, di fatto, l’autorità̀ dei francescani”.

Si legge in un comunicato ufficiale del Comitato che annuncia la dura presa di posizione.

“Questo perché, alla remostratio inviata più di un mese fa sia l’ordine dei frati conventuali che agli acquirenti – nella quale veniva affermata l’inopportunità della compravendita – nessuno ha dato risposta”.

“A fronte di questo reiterato atteggiamento, il Comitato ha deferito il caso all’autorità superiore, che è quella del Dicastero vaticano competente.

“Pur non comprendendo, questa cinica ostinazione a non voler ascoltare le molteplici motivazioni di ordine religioso, culturale, sociale, culturale e ambientale, gli attori di questa vicenda continuano a ritenere che rasare a zero chiesa, convento e parco per edificare dieci palazzine quadrifamiliari – che potrebbero anche incidere sul quadro idrogeologico della zona – sia qualcosa di assolutamente pacifico.

Il Comitato si augura ovviamente, che il ricorso andrà a buon fine e che per tale ragione ci sarà l’obbligo di riaprire la chiesa con divieto di venderla.

Nel caso in cui non si raggiungesse appieno l’accoglimento del ricorso, si potrà ottenere comunque un decreto della Congregazione, che si potrà impugnare davanti alla Segnatura Apostolica in un processo giudiziale.

Insomma, un sentiero molto ma molto lungo, irto di ostacoli e che di certo non depone a favore di chi pensa di fare o di aver fatto un buon investimento immobiliare.

Inoltre il Comitato, sta comunque organizzando altre iniziative politiche e comunicative, per impedire uno scempio che non potrà essere mai perdonato, dalla legge umana o da quella divina”.

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Cerveteri, si perdono in zona Cascatelle. Recuperati dai Vigili del fuoco e dagli uomini della Protezione Civile

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, donna cade e si fa male durante una escursione. Interviene eliambulanza

CittàNotizie

Cerveteri, martedì 24 maggio sospensione idrica

CittàCronaca

Civitavecchia, crolla l'intonaco della scuola primaria di via XVI settembre

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.