fbpx
 
CittàCronaca

Paolacci e il Visitor Center alla Necropoli: “E’ lo specchio di chi ci governa. Non si può nemmeno acquistare una bottiglia d’acqua”

L’abbandono del Visitor Center, presso la Necropoli di Cerveteri, sta scatenando molto polemiche, anche in proiezione dei mesi estivi, dove si registreranno maggiori ingressi al sito Unesco. Da anni, infatti, va avanti il calvario, e lo scempio della degradante struttura, al cui taglio c’era anche l’ex presidente di regione, Nicola Zingaretti, è ancora ben visibile agli occhi di tutti.

“Un sito abbandonato a se stesso, manca tutto, non vi è un bar, un punto ristoro – dice il consigliere Paolacci – Siamo veramente ai titoli di coda, non si fa nulla per dare luce al Visitor Center, diamolo a privati seri, in grado di fornire i servizi giusti al turista. Così, a mio avviso, si penalizzato i turisti che non hanno una adeguata ospitalità e rinunciano a visitare un’area archeologica meravigliosa. Sulla Necropoli l’amministrazione non muove una foglia, c’è tanto immobilismo, quanto un inconcepibile menefreghismo che pesa sull’economia della città, che potrebbe avere un indotto importante, se venissero forniti servizi di accoglienza. Di tutto ciò non vi è traccia, dove sono i proclami elettorali sulla valorizzazione del turismo?”

E attacca il consigliere Paolacci: “Mi sono trovato per piacere a fare una passeggiata, con dei pullman di studenti che cercavano un bar, cosa bisogna fare per fargli avere una bottiglietta d’acqua? In 12 anni di centro sinistra, avranno pensato che è addir poco riprovevole”. 

Post correlati
CittàCronaca

Tromba d'aria a Santa Severa. Platano crolla su una abitazione

Città

Ladispoli, in partenza il Corso di 1° livello Lis

Città

Si insedia il Consiglio comunale dei giovani di Cerveteri: domani la prima seduta

Città

Santa Marinella, inaugurata domenica la riapertura stagionale del PIT (punto informazione turistica) in Piazza Civitavecchia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.