CittàCronacaNotizie

Omicidio Vannini, i video delle telecamere posizionate in città non sono stati sequestrati

262 Condivisioni

I genitori di Marco puntano i riflettori sugli errori commessi durante le indagini: il mancato sequestro della casa e dei filmati delle telecamere di videosorveglianza posizionate in città per cercare di capire i movimenti di Ciontoli quella notte

Omicidio Vannini, i video delle telecamere posizionate in città non sono stati sequestrati –

Antonio Ciontoli era o non era presente a casa al momento dello sparo?

A porsi ancora questa domanda sono i genitori di Marco Vannini, mamma Marina e papà Valerio.

I due sono tornati a puntare i riflettori sulle carenze delle indagini.

La casa non sequestrata, proprio come i filmati delle telecamere di videosorveglianza della città balneare.

Come raccontano al Messaggero, “le indagini sono partite a livello amichevole, ma quando mio figlio è deceduto – dice Valerio Vannini – si doveva agire con scrupolo”.

“Quanti telefoni erano di proprietà di Ciontoli? Tutti i tabulati sono stati acquisiti?”.

Omicidio Vannini, i video delle telecamere posizionate in città non sono stati sequestrati
Omicidio Vannini, i video delle telecamere posizionate in città non sono stati sequestrati

E poi c’è la questione delle telecamere di videosorveglianza.

Per i genitori di Marco se Antonio Ciontoli non era veramente presente in casa al momento dello sparo, qualche telecamera in città avrebbe potuto riprenderlo.

Ma ormai è troppo tardi per saperlo.

Come spiegato infatti dal comandante della Polizia locale, Sergio Blasi, le telecamere registrano un arco temporale di 60 giorni.

Dopodiché le immagini vengono cancellate.

È dunque impossibile, ad oggi, quattro anni dalla morte di Marco, tornare indietro per cercare di verificare anche questo aspetto.

Intanto, questa sera torna l’appuntamento con Le Iene.

Giulio Golia tornerà infatti a puntare i riflettori sulla vicenda di Marco, con uno speciale dedicato al ragazzo.

262 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CronacaNotizie

Cerveteri, pulcini di quaglia abbandonati nell'immondizia. Salvati dalla Guardie Ecozoofile di Fareambiente

CronacaNotizie

Cerveteri, incendio di sterpaglie a Pian della Carlotta

NotizieSport e Salute

"Il Ladispoli deve andare incontro ai tifosi"

Notizie

Civitavecchia, erano a cena tra amici e scoppia la lite

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista