CittàNotiziepolitica

Marco Milani: «Un lavoro di squadra, faticoso ma di grande soddisfazione»

13 Condivisioni

L’assessore alla cultura racconta la sua esperienza con la Sagra del Carciofo Romanesco

Marco Milani: «Un lavoro di squadra, faticoso ma di grande soddisfazione»

Assessore Milani torna l’appuntamento con la Sagra del carciofo. Come sempre il protagonista indiscusso sarà sicuramente il famoso ortaggio ma anche gli eventi collaterali saranno importanti. In tal senso cosa prevede il cartellone della tre giorni?

La sagra del Carciofo deve sorprendere ogni volta, pur mantenendosi in quei canoni tradizionali che l’hanno resa famosa e amabile. Ecco perché nostro obiettivo è quello di cercare ad ogni edizione una o più chicche da inserire in un cartellone già rodato e che piace tanto alla gente, ladispolana e non. Il venerdì sera omaggeremo un grande musicista italiano con un concerto a lui dedicato.

Ma quest’anno si riderà tanto, per passare tre giorni di serenità e spensieratezza; il sabato avremo una duplice ospitata, comica  e musicale e la domenica si chiuderà con un grande spettacolo dal divertimento assicurato. Naturalmente restano in cartellone gli appuntamenti tradizionali come il concorso di sculture coi carciofi dei nostri coltivatori diretti, Piazza dei sapori, i fuochi d’artificio


In che periodo l’amministrazione inizia a lavorare a questo importante evento e quanto lavoro c’è effettivamente dietro le quinte

Di lavoro ce n’è tantissimo dietro: l’ufficio Turismo e Cultura solitamente inizia già a novembre a prendere contatti con operatori e artisti, a lavorare su carte e mappe catastali, a preparare gli atti per arrivare pronti alla primavera. È un impegno enorme che cresce di giorno in giorno e culmina con il venerdì inaugurale della Sagra, quando si deve far combaciare il tanto lavoro fatto al tavolo, con la cruda realtà. Ma è un lavoro di squadra, da fare con la Polizia Locale, la Protezione Civile Comunale e le altre associazioni, affinché tutto fili liscio e sereno. Faticosissimo ma di grande soddisfazione.

Ci può svelare in anteprima qualcosa del programma? Qualche novità introdotta magari per la prima volta?

Il programma quest’anno riserverà delle sorprese. Avremo nei giardini Fedeli un nuovo spazio dedicato alle specialità gastronomiche locali, all’Arte e alla Cultura. Si potrà pertanto passeggiare all’interno dei giardini e gustare il carciofo in tutte le sue espressioni culinarie, tra artigianato, opere d’arte e richiami storici. Sarà riaperto Viale Italia dedicato soprattutto ai commercianti ladispolani che avranno uno spazio tutto per loro.

Svestendo i panni d’assessore qual è il suo momento preferito della sagra?

Girare per le strade. Fin da piccolo il piacere massimo non arrivava da un dolciume, da una bancarella o da un’attrazione particolare. L’attesa dell’evento mi riempiva di gioia che riuscivo ad apprezzare appieno solo camminando orgogliosamente per le strade inondate di folla. Vedere la mia città in festa celebrare il re carciofo, ospitando decine di migliaia di turisti mi ha sempre reso orgoglioso della mia bellissima città.

Un ricordo particolare invece legato a questo appuntamento?

Ne ho diversi, ma un ricordo particolarmente caro è quello del 2016, quando presentai il mio libro “L’Inverno del pesco in fiore” all’interno della Sagra, nel padiglione istituzionale. Sentii con orgoglio di aver restituito, almeno in parte, qualcosa alla mia città, avendo scritto un libro nel quale Ladispoli era la protagonista.Tra suoni, profumi, voci e rumori, il ricordo di quel momento è ancora vivido e mi rese ancora una volta fiero della mia città.

13 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàNotiziepolitica

Casapound, 25 aprile: "A Cerveteri sfoggio di ignoranza"

AttualitàCittàNotizie

"Le nostre spiagge devono essere rispettate"

CittàCronacaNotizie

"Videosorveglianza, una buona società non ha un database parallelo"

AttualitàCittà

Anpi Ladispoli Cerveteri: ''La resistenza pagina mondiale non solo italiana"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista