fbpx
CittàEvidenzaNotizie

Loddo: ”Emergenza Freddo Ladispoli, il Comune attivi gli interventi per i senza fissa dimora”

0 Condivisioni

Il litorale romano e con esso gran parte dell’Italia in questi giorni si trova nella morsa del freddo. E a farne le spese potrebbero essere sicuramente i senza fissa dimora.

A puntare i riflettori sui più deboli è proprio il consigliere comunale di minoranza Giuseppe Loddo che si appella all’amministrazione comunale per l’attivazione di un piano che possa tutelare i clochard presenti a Ladispoli.

Sono diversi infatti i senza fissa dimora che ancora ad oggi vivono sotto i cavalcaferrovia e in stabili abbandonati. Una situazione sicuramente non facile con i clochard esposti alle intemperie e in particolar modo al freddo. Negli anni precedenti proprio il sindaco Crescenzo Paliotta aveva aperto, in accordo con RFI, le porte della sala d’attesa della stazione ferroviaria di Ladispoli per dare ospitalità sotto a calde coperte ai senza fissa dimora, in vista proprio di un’ondata di gelo che ha successivamente colpito Ladispoli.

“Stante il calo improvviso delle temperature si chiede di attivare con urgenza – ha scritto Loddo alle istituzioni comunali – in concorso con le associazioni del territorio, attività di sostegno e assistenza ai senza fissa dimora”. Una risposta in tal senso nei giorni scorsi è arrivata proprio dalla Croce Rossa di Santa Severa che ha messo a disposizione, come lo scorso anno, i suoi volontari, per portare assistenza ai senza fissa dimora del territorio. Interventi che non saranno limitati al solo territorio comunale della Perla del Tirreno ma che arriveranno anche a Ladispoli.

Già lo scorso anno i volontari della Cri sono stati protagonisti di un piano di sostegno e assistenzialismo nei confronti dei più deboli ai quali periodicamente hanno offerto coperte, bevande calde e visite mediche “itineranti” per monitorarne lo stato di salute.

Già dai primi giorni di dicembre la Croce Rossa ha avviato il rafforzamento dei servizi a favore sia dei senza fissa dimora che si presentano presso lo sportello socio assistenziale, sia di coloro che vengono raggiunti direttamente in strada dai volontari.

Settimanalmente infatti, oltre ai consueti generi alimentari, si sono distribuiti e continueranno ad essere distribuiti pigiami di flanella, indumenti in generale e coperte.

“Sono a noi orami noti sia i luoghi dove vi sono dei ripari per le persone in strada sia il loro numero ed inoltre siamo costantemente in contatto con le Forze dell’Ordine e le Amministrazioni Locali per intervenire all’esigenza” queste le parole che giungono dal Presidente della CRI ma se ci fosse qualcuno che volesse segnalare delle situazioni di difficoltà su cui intervenire lo potrà fare inviando una mail con un recapito telefonico al seguente indirizzo santasevera@cri.it.

0 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Cerveteri, la Belardinelli: "Sindaco non sono i dipendenti i responsabili dei suoi fallimenti"

Notizie

Campo di Mare, bambini oncologici di Chernobyl in visita alla Palude di Torre Flavia

Notizie

Cucciolo di uccello messo in salvo dall'assessore Battafarano

Cittàpolitica

Fiumicino, nasce il museo Salvo D'Acquisto

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista