AttualitàCronaca

Litorale, due romani arrestati per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti

Litorale, due romani arrestati per detenzione ai fini di spaccio

Gli agenti della Polizia di Stato della Sezione Narcotici della Squadra Mobile,  insieme a quelli del Commissariato di Anzio-Nettuno ed all’unità cinofila “Enduro”, nel corso di una mirata attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, hanno tratto in arresto due cittadini romani.

Gli investigatori della Polizia di Stato, hanno individuato una villa, in località Ardea, nella disponibilità di uno dei due arrestati adibita ad un vero e proprio laboratorio per la lavorazione della droga.

Dentro la villa nel corso dell’operazione, sono stati rinvenuti circa 3 kg cocaina, confezionata in pacchi da 1 kg riportanti il marchio “doctor”, più di 4 kg di marijuana e mezzo chilo di hashish, il tutto confezionato in buste sottovuoto ed in  parte occultato nel terreno annesso al casale.

Inoltre, è stata rinvenuta una pistola revolver 38 special con matricola abrasa nonché diverso materiale per il confezionamento ed il taglio, bilancini elettronici di precisione, varie buste.

Litorale, due romani arrestati per detenzione ai fini di spaccio

In particolare uno dei due uomini è stato fermato a bordo di un’auto a noleggio mentre trasportava un pacco di cocaina all’interno della villa nella disponibilità del correo.

Gli investigatori in servizio di appostamento, dopo aver bloccato il conducente dell’auto, hanno proceduto alla perquisizione all’interno del casale rinvenendo la rimanente parte di sostanza stupefacente sequestrata.

I due arrestati avevano trovato un luogo sicuro ed isolato ove provvedere all’occultamento ed alla lavorazione della sostanza stupefacente riducendo al minimo i rischi di controlli da parte della forze dell’ordine che, tuttavia, ancora una volta sono riusciti ad intervenire e a debellare un’attività di spaccio che avrebbe prodotto più di 12 mila dosi di cocaina e più di 30 mila dosi di marijuana nonché ad evitare, come spesso accade nel mondo del traffico di sostanze stupefacenti, il ricorso alle armi per far valere i debiti di droga o per la ripartizione delle piazze di spaccio.

Dopo le formalità di rito i due romani sono stati associati presso la casa circondariale di Velletri a disposizione della Autorità Giudiziaria.

Così in una nota la Questura di Roma

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CronacaNotizie

Controlli dei carabinieri sul litorale, banda sudamericana sorpresa a rubare sotto gli ombrelloni

Attualitàpolitica

Pontine sul Lago di Bracciano, Ascani: "Frutto del lavoro di tutti"

Attualità

La notte della Luna, sabato 3 appuntamenti al MAXXI per celebrare lo storico sbarco del 1969

CronacaNotizie

Doping nelle palestre romane. Arrestati body builder e personal trainer

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista