fbpx
 
Città

Ladispoli, gli studenti del Di Vittorio incontrano il Sostituto Commissario Di Pietrantonio

Ladispoli, gli studenti del Di Vittorio incontrano il Sostituto Commissario Di Pietrantonio –

Ladispoli, gli studenti del Di Vittorio incontrano il Sostituto Commissario Di Pietrantonio

Nuovo appuntamento giovedì 7 marzo, nell’Aula Magna dell’Istituto Superiore “Giuseppe Di Vittorio”, con il Progetto di Educazione alla Legalità promosso e coordinato dalla Prof.ssa Rosa Torino, Referente per le Attività di Educazione Civica.

“Giunti al terzo incontro, ringraziamo la Prof.ssa Torino e il Sostituto Commissario Gianluca Di Pietrantonio – ha sottolineato la Dirigente Scolastica Prof.ssa Vincenza La Rosa – per queste importantissime iniziative di formazione e informazione che hanno lo scopo di sensibilizzare gli studenti sul valore della legalità e di un’autentica cittadinanza. I nostri allievi saranno chiamati a cimentarsi con il mondo del lavoro, ma la scuola è la loro prima palestra di vita ed è al suo interno che dobbiamo costruire una solida cultura civica capace di dare senso al loro futuro”.

Criminologo investigativo e forense, analista comportamentale specializzato in psicologia giuridica e investigatore della Polizia di Stato, Gianluca Di Pietrantonio ha spiegato agli allievi il concetto di devianza ma, a partire da casi di cronaca e attualità, si è parlato anche di pregiudizi, regole, sanzioni e dipendenze. Non ultima quella legata alla pervasività dei device digitali, divenuti – ha spiegato il Sostituto Commissario facendo riferimento ad un recente articolo dello scrittore Alessandro D’Avenia pubblicato su Corriere.it – autentici “alibi” per essere sempre altrove rispetto al presente.

Oggi abbiamo “un alibi per la vita stessa: quest’alibi è il cellulare. – scrive Alessandro D’Avenia – Ci porta «altrove» rispetto alla scena principale del vivere: il presente”. “Nella scuola in cui insegno – scrive ancora D’Avenia – abbiamo deciso di vietare i cellulari (a meno che non servano per scopi didattici) … Essere altrove ha un prezzo, soprattutto nelle tappe evolutive”. “Crediamo che la conoscenza rappresenti il più efficace antidoto alle dipendenze e alla violenza, – ha aggiunto la Prof.ssa Torino nel salutare i relatori e gli studenti – ma non possiamo rimanere soli nel combattere questa sfida educativa ed etica. I nostri messaggi sono più efficaci quando le voci si affiancano l’una all’altra. Ringraziamo ancora il Sostituto Commissario Gianluca Di Pietrantonio per la sua presenza e la Dott.ssa Anna Maria Rospo che collabora da anni con il nostro Istituto spiegando agli studenti il valore di una relazione significativa ed efficace con gli altri. Solo insieme possiamo vincere”.

Post correlati
CittàSport e Salute

Gli under 14 della Virtus Marina di San Nicola chiudono il campionato al primo posto

Città

Santa Marinella: "Cantieri aperti" come annunciato dagli amministratori

Città

Fiumicino: 100 alberi al "Parco Tommaso Forti" 

Città

Civitavecchia: l'Ufficio delle dogane partecipa al 250° anniversario della Guardia di Finanza

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.