fbpx
CronacaNotizie

Ladispoli, giovedì manifestazione contro i tagli al sociale

Appuntamento alle 10 a piazzale Roma con arrivo previsto alle 13 davanti palazzo Falcone

Ladispoli, giovedì manifestazione

È ancora bufera contro i tagli al sociale denunciati dalle associazioni di volontariato e cooperative del settore. Dopo il censimento effettuato dagli uffici di palazzo Falcone, l’amministrazione ha infatti deciso di redistribuire le ore di assistenza ai disabili in eguali parti, a seconda delle esigenze, tra i richiedenti, andando ad inserire tra questi anche alcuni di quei soggetti in lista d’attesa dal 2014.

Una decisione che ha mandato su tutte le furie le associazioni di volontariato, come Piccolo Fiore Onlus. E ora si punta alla manifestazione di piazza. L’appuntamento è per giovedì prossimo alle 10. «Il Comune di Ladispoli – scrivono il Terzo Settore e le associazioni aderenti all’iniziativa – ha dato seguito al preannunciato taglio dei fondi destinato al sociale. Una drastica riduzione del servizio di assistenza domiciliare alle persone disabili, avvenuto con una comunicazione in cui l’amministrazione rende noto che dal mese di luglio sarà garantita ai disabili in assistenza, quattro ore settimanali.

"Non esiste la disabilità, ma esiste la disuguaglianza"
“Non esiste la disabilità, ma esiste la disuguaglianza”

Una scelta – proseguono – che non tiene minimamente conto della “persona”. Una persona con disabilità deve essere trattata con attenzione e “non esiste ingiustizia più grande che fare parti uguali tra diseguali”.

Un taglio lineare che lacsia alcune famiglie completamente scoperte da questo servizio. La riduzione drastica di servizi mirati alla terza età e alla disabilità, non solo aumenta la sofferenza di individui, famiglie ed esperti del settore ma anche la spesa, perché subito dopo i servizi di assistenza domiciliare ci sono gli istituti di ricovero, le case famiglia con rette che variano da individuo a individuo. Tutto questo – proseguono ancora – in nome di una presunta giustizia che dovrebbe garantire un diritto peraltro acquisito, lo si neghi a un altro? È come dire a un paziente ricoverato in ospedale di andare a casa perché il letto serve per un altro malato.

Il terzo settore tutto fa appello a una allenza della cittadinanza solidale per ridimensionare i tagli previsti all’assistenza domiciliare». Da qui l’invito a cittadini e associazioni, movimenti politici, a prendere parte al corteo di giovedì prossimo. Si partirà da piazzale Roma, si proseguirà per viale Italia, dove è prevista una sosta in piazza e da qui si proseguirà per via Flavia, via Firenze fino ad arrivare sotto al palazzetto comunale.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Autovelox, al via l'installazione in alcune zone del Lazio

Notizie

Ladispoli, il singolo 'La playa del sol' di Luigi Petruzzi é hit nelle radio

Notizie

Cerveteri, dipendenti comunali minacciano lo sciopero

Notizie

Ladispoli, nubifragio fa saltare tombino. Auto ci finisce dentro

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?