fbpx
 
Città

Ladispoli, week end di grande musica con i due concerti della rassegna “Suoni della memoria”

Sabato e domenica al centro di arte e cultura l’associazione Massimo Freccia per il quarto e quinto appuntamento della stazione concertistica

Ladispoli, week end di grande musica con i due concerti della rassegna “Suoni della memoria” –

Riceviamo e pubblichiamo –

Sabato e domenica 14 e 15 maggio, il Centro Arte e Cultura di Ladispoli ha ospitato il quarto e quinto appuntamento della Stagione dell’Associazione Massimo Freccia. Il primo concerto ha proposto un Duo davvero formidabile: l’affermata e lanciatissima violinista Chiara Ascenzo e la grande pianista Rosalba

Alla presentazione hanno eseguito il Concerto per violino in La Maggiore K219 di Mozart e il Concerto in Re Maggiore op. 61 di Beethoven; tra i due la virtuosistica Sesta Sonata per violino solo di Ysaye.

La giovane Chiara Ascenzo ha messo in luce un fraseggio, un suono intenso e profondo contestualizzato ad un approccio filologico dei vari autori particolarmente efficace e curato; in Ysaye ha poi dato sfoggio ad una padronanza tecnica davvero ragguardevole e non comune in un’esecuzione dal vivo. Lunghissimi e convinti applausi da un pubblico rapito ed entusiasta.

Nel concerto di domenica interamente dedicato ai concerti per violino di Vivaldi e Bach, il Maestro Massimo Bacci ha diretto l’Orchestra giovanile Massimo Freccia Junior che ha accompagnato ben otto giovanissimi solisti, tutti componenti della stessa orchestra.

Dopo il meraviglioso Concerto in Re minore per due violini di Bach che ha visto protagoniste Silvia Muscolino e Beatrice Mercolini, Emma Sang Costa e Gaia Messina hanno suonato rispettivamente il terzo e il nono concerto dell’op.3 di Vivaldi. Poi, sempre di Vivaldi, il doppio concerto in La minore con Martina Badiali e Federica Bandiera; a seguire quel capolavoro barocco rappresentato dal famoso concerto per quattro violini e orchestra con solisti Silvia Muscolino, Sofia Midori Bisozzi, Andrea Bocchini e Beatrice Mercolini. Per finire la nota “Eine Kleine Nachtmusik” di Mozart.

E’ stato un vero tourbillon di fresche emozioni, di pura gioia trasmessa da questi sorprendenti bambini e giovanissimi musicisti; apre il cuore assistere a questi risultati artistici frutto, certamente, di molta dedizione e impegno, ma soprattutto di un coinvolgente amore per la musica.

Tutte le testimonianze video e fotografiche si possono seguire sulla pagina Facebook dell’Orchestra giovanile Massimo Freccia e sul sito www.associazionemassimofreccia.it.

Post correlati
AttualitàCittà

Civitavecchia, riapertura del centro per l'impiego: «Annullamento contratto atto dovuto. Superare l'impasse burocratico»

CittàNotizie

Ladispoli: la Polizia di Stato di nuovo in campo contro le truffe agli anziani

CittàCronaca

Pendolari: dal 4 all'8 luglio soppressione di alcuni treni della Fl5

Città

Tarquinia: torna il Divino Etrusco

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.