fbpx
Notizie

Igiene urbana Cerveteri, congelato lo sciopero

30 Condivisioni

Pagati gli stipendi ai lavoratori Asv. Incontro fiume ieri tra comune, sindacati e Ati per salvaguardare tutti i posti di lavoro nonostante l’avvio della procedura di scioglimento del contratto

Igiene urbana Cerveteri, congelato lo sciopero –

Sciopero sospeso a data da destinarsi, se ce ne sarà bisogno, e sindacati e amministrazione comunale a lavoro per cercare di mantenere i posti di lavoro dei dipendenti impiegati nel servizio di igiene urbana.

Igiene urbana Cerveteri, congelato lo sciopero
Igiene urbana Cerveteri, congelato lo sciopero

Incontro fiume quello di ieri al palazzo comunale della città etrusca per definire il destino del servizio di raccolta e in particolar modo di Camassambiente e Asv.

Se fino a pochi giorni fa il problema principale era aumentare le ore di lavoro ai 29 lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato grazie all’accordo sindacati-comune-ditta, oggi il problema vero è quello di salvare i posti di lavoro di tutti.

Il comune ha infatti avviato le procedure di scioglimento del contratto con l’Ati che gestisce il servizio di igiene urbana per diverse inottemperanze riscontrate nello svolgimento del servizio.

Ma durante l’incontro di ieri Camassa si sarebbe detta pronta a inviare al comune le controdeduzioni relativamente a quanto contestatogli, pronta a farsi carico dei servizi svolti fino ad oggi dalla Asv.

La ditta, municipalizzata del comune di Bitonto sarebbe in fase di liquidazione, e ha annunciato la sua intenzione di tirarsi fuori dai contratti in essere. Compreso quello col comune di Cerveteri.

Igiene urbana Cerveteri, congelato lo sciopero
Igiene urbana Cerveteri, congelato lo sciopero

Da qui dunque, la decisione di capire se Camassa da sola riuscirebbe a proseguire il contratto d’appalto, garantendo servizi e posti di lavoro a tutti (ai suoi 29 dipendenti e ai 12 di Asv – sia i diretti che gli interinali) oppure se si dovrà andare ricorrere a un terzo soggetto che prosegua il lavoro dell’Ati in attesa del bando di gara per l’affidamento del servizio.

In ambo i casi (che sia Camassa a occuparsi di tutto o che sia un terzo soggetto) i sindacati hanno chiesto tutele per tutti i lavoratori.

Tutele
che sarebbero arrivate con la sottoscrizione, tra le parti di un accordo preliminare.

Ora, però, in attesa che la matassa si sciolga (la decisione su chi si occuperà del servizio dovrebbe arrivare già lunedì con le controdeduzioni di Camassa) le parti si sono date appuntamento al 10 febbraio.

In quell’occasione si parlerà anche dei servizi aggiuntivi che il comune affiderà alla ditta che si occuperà dell’igiene urbana così da garantire i posti di lavoro e procedere con il riassorbimento, delle sei unità rimaste fuori dall’accordo sindacale di settembre

30 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Cerveteri: Multiservizi pubblica programmazione interventi prima settimana di ottobre

Notizie

Roma, intervento dei Vigili del Fuoco per caduta di un albero in via di Novella

Notizie

Vento forte, chiusa A12 per telonati, furgonati e caravans tra Cerveteri e Civitavecchia

Notizie

Vento forte e mareggiate, a Torre Flavia scavata trincea per proteggere il nido con le uova di tartaruga marina

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.