fbpx
 
Notizie

Fiumicino, intitolata la biblioteca a Giulio Regeni

Il sindaco Esterino Montino: “Auspichiamo che si facciano fino in fondo chiarezza e verità per l’omicidio, un buco nero che non si può accettare”

Fiumicino, intitolata la biblioteca a Giulio Regeni –

Fiumicino intitola la Biblioteca comunale a Giulio Regeni, il giovane ricercatore friulano ucciso e trovato morto alla periferia del Cairo il 3 febbraio 2016.

Per l’occasione è stata scoperta una targa in suo ricordo.

Presenti, tra gli altri, il sindaco ed il vice sindaco di Fiumicino Esterino Montino ed Ezio di Genesio Pagliuca.

L’intitolazione arriva dopo un ordine del giorno votato, circa un anno fa, in Consiglio Comunale, che ha raccolto una proposta-petizione dell’associazione “Alexandrea-Amici della Biblioteca”.

“Nonostante il tempo trascorso, la vicenda Regeni non è arrivata purtroppo ancora ad una conclusione giudiziaria accettabile: auspichiamo che si facciano fino in fondo chiarezza e verità per l’omicidio, un buco nero che non si può accettare”, ha sottolineato Montino.

Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha voluto ringraziare i genitori di Giulio Regeni, Paola e Claudio, che non hanno potuto partecipare alla cerimonia ma che hanno mandato un messaggio.

Montino ne condivide uno stralcio: “Giulio amava i libri e sono stati i suoi migliori amici – scrivono i genitori – Un pensiero particolare a tutti i bambini e giovani che si recheranno nella Vostra biblioteca e potranno avvicinarsi, così, alla tragedia di Giulio.

Per la nostra famiglia è importante essere affiancati da persone ed ad iniziative che vogliono sostenere la ricerca di Verità e Giustizia, non facendo cadere nell’oblio la tragedia di Giulio, com’è bel simboleggiato dagli striscioni gialli e dai bracciali gialli.

Giulio era un giovane che cercava di vivere con coerenza i suoi valori, implementandoli anche con la sua ricerca accademica, credeva molto in quello che faceva, ma ora è divenuto un simbolo della mancanza di rispetto dei diritti umani. In questo periodo, più che mai pensiamo che la convivenza civile debba anche basarsi sul rendere giustizia e verità ad ogni persona e vincere con l’azione costante l’indifferenza morale che ci circonda”. (ANSA).

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Cerveteri, alla Salvo D'Acquisto un flash mob per dire no alla violenza sulle donne

CittàNotizie

Perché a Cerveteri non è attiva nessuna associazione commercianti?

CronacaItaliaNotizie

Ischia, partono i Vigili del Fuoco di Civitavecchia e Cerveteri

CittàCronacaNotizie

Brutto incidente sulla a12, 2 persone perdono la vita

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.