fbpx
 
CulturaStoriaTecnologia

Emozione, storia e tecnologia: ricostruita in 3D da Marco Mellace l’Ara Pacis

Spiega Flipped Prof: “L’esito della ricostruzione è frutto di uno studio molto approfondito”

Emozione, storia e tecnologia: ricostruito in 3D da Marco Mellace l’Ara Pacis –

Emozione, storia e tecnologia: ricostruito in 3D da Marco Mellace l’Ara Pacis

di Marco Di Marzio

Nella vita insegnate di sostegno presso l’Iss Luca Paciolo di Bracciano, Marco Mellace non smette di stupire, colui conosciuto in tutto il mondo con il soprannome di “Flipped Prof”, per il suo modo di esporre la didattica attraverso la multimedialità, ha dato nuova luce ad un’altra realtà del passato di Roma, l’Ara Pacis.

Ho voluto ricostruire il monumento dell’Ara Pacis – dichiara intervistato Marco Mellace – , tra i più importanti della Roma antica, poiché tale rappresenta lo specchio del periodo vissuto dal Principato di Augusto, desideroso di alimentare la propria propaganda politica anche attraverso l’edificazione di strutture come quella da me ricostruita in 3D. Esso, sia per un bisogno sacro che per un’esigenza celebrativa delle proprie origini e discendenza.

Un vero capolavoro, capace di stupire per qualità e fattura, non una novità per il Professore, gestore di un canale YouTube arrivato a contare 47.500 iscritti, 2577 video prodotti e oltre 13 milioni e 200 mila visualizzazioni.

Ricostruire in 3D questo monumento è stato per me motivo di orgoglio doppio – prosegue il docente – , il primo per il prodotto finito, il secondo che tale risultato sia arrivato a pochi giorni dal Natale di Roma del 21 aprile. In questi circa 25 giorni mi sono messo all’opera per realizzare un regale alla Capitale, per omaggiarne la ricorrenza della nascita.

Marco Mellace

L’esito della ricostruzione è frutto di uno studio molto approfondito. Dell’Ara Pacis conosciamo infatti sia la parte esterna, la quasi totalità, costituita dai pannelli allegorici e quelli dove sono ritratte le processioni, sia la parte interna, meno, costituita da fregi continui a festoni con dei bucrani, crani di bovini dal significato sacro e rituale, con le relative coppe, usate per i riti sacrificali.

La forza di questa ricostruzione 3D sta nel fatto che ho voluto osare su fregi e rilievi, ma con cognizioni di causa, consultando fonti molto importanti, che partono dai disegni di Luperini, prodotti alla fine degli anni ’40, avallati successivamente da altri studiosi, che mettono l’Ara Pacis in fortissima similitudine con l’Ara reditus Claudii. Fonti ben strutturate, che hanno permesso a me di ricostruire anche le parti sconosciute della struttura, elaborandole prima in 2D e poi in 3D.

Destinata a studenti, colleghi docenti e studiosi di storia, la ricostruzione è possibile vederla sul mio canale YouTube, all’interno del quale vi sono alcuni video che trattano l’argomento da diverse angolature.

Post correlati
Cultura

Ladispoli, in Biblioteca l’evento "Storie di vita tra le pagine: scrittrici raccontano mondi, rassegna di 5 incontri letterari con autrici"

CulturaInformasalute

"Sedotta e Sclerata Show" lo spettacolo per parlare di Sclerosi Multipla

Cultura

Ladispoli, rassegna di 5 incontri in Biblioteca "Storie di vita tra le pagine"

Cultura

Ladispoli, presso la libreria "Scritti e Manoscritti" presentazione del romanzo “Tutta la vita che resta” di Roberta Recchia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.