fbpx
 
Notizie

“Distretto Cerveteri – Ladispoli: abbiamo soldi in avanzo vincolato”

L’assessore ai Servizi sociali Lucia Cordeschi torna a puntare il dito contro le lungaggini burocratiche da parte del Comune capofila: Cerveteri

“Distretto Cerveteri – Ladispoli: abbiamo soldi in avanzo vincolato” –

"Distretto Cerveteri - Ladispoli: abbiamo soldi in avanzo vincolato"
“Distretto Cerveteri – Ladispoli: abbiamo soldi in avanzo vincolato”

Non sono solo i progetti relativi al Reddito di Cittadinanza che giacciono fermi sulla scrivania del dirigente del comune capofila da mesi senza che la situazione si sblocchi.

Ma su quella scrivania ci sono anche altri progetti, come quello del centro Vannini che doveva essere avviato già lo scorso anno ma che invece non è ancora partito, tanto che il distretto ha perso oltre 130mila euro di finanziamenti Regionali.

E poi ci sono quei soldi, provenienti da finanziamenti regionali per l’avvio di progetti, ancora lì, in cassaforte, “in avanzo vincolato”.

A mettere sotto i riflettori la paralisi del sistema è l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Ladispoli, Lucia Cordeschi.

“Noi come Comune di Ladispoli non possiamo fare gli atti amministrativi, a quelli deve pensarci Cerveteri che è il Comune capofila”.

“Mancava la firma del dirigente dei servizi sociali di Cerveteri – ha spiegato Cordeschi parlando del centro Vannini – Adesso, dopo aver perso il finanziamento, manca la firma per l’attivazione degli ultimi 5 mesi del progetto”.

A nulla sono valse le ultime riunioni del comitato istituzionale del distretto: “Ne abbiamo fatte due – ha detto Cordeschi a CAmbia il Mondo di Fabio Bellucci – e ancora non abbiamo la firma”.

Soldi persi non solo per Ladispoli e Cerveteri ma anche per Tolfa e Allumiere che avevano aderito al progetto.

E ora il rischio è che la Regione decida di commissariare il distretto perché “si sono accorti che non abbiamo speso moltissimi soldi”.

“Abbiamo soldi ormai andati in avanzo vincolato”, ha proseguito ancora l’Assessore ai servizi sociali ladispolana.

Una situazione di stallo, insomma, di cui la Regione è stata informata proprio dal Comune di Ladispoli che a giugno si appresta a prendere le redini del distretto.

Ma per il momento il problema resta: “Siamo le tre segretarie (riferendosi a lei e alla dottoressa Colacchi e alla responsabile Simonetta Conti, ndr) del Comune di Cerveteri” che come evidenziato dall’assessore Cordeschi ufficialmente ha solo un formatore dell’ufficio di piano, il dirigente Laurato. Ufficiosamente “ci sono due amministrativi che si arrabattano a fare qualcosa ogni tanto e comunque non sono ufficialmente formatori dell’ufficio di piano”.

Una sola persona preposta dunque, al contrario invece del comune balneare che può invece contare sulla “responsabile Simonetta Conti, la dottoressa Colacchi e l’amministrativo Tonino Giorgio che si occupa di tutta la disabilità”.

“Mi sarei un tantino stufata”, ha concluso Cordeschi.

Post correlati
CronacaNotizie

Ladispoli sorvegliata speciale. Il primo Maxi Blitz del "pattuglione interforze"

CittàNotizie

Ballottaggio a Cerveteri: i dati sull'affluenza

CittàCronacaNotizie

Doppio incidente a Santa Marinella: 2 auto finiscono fuori strada

CittàNotiziepolitica

Cerveteri, oggi il ballottaggio. La città sceglie il nuovo Sindaco

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.