fbpx
AttualitàCittàNotizie

“Dal prossimo anno divieto di fumo totale sulle spiagge”

Il vicesindaco Pierpaolo Perretta punta a eliminare le sigarette dalle spiagge libere. Già ieri diversi utenti avevano mostrato dubbi sul provvedimento: “Niente sigarette ma ci si può continuare a ubriacare”

“Dal prossimo anno divieto di fumo totale sulle spiagge” –

Vietato l’accesso alle “bionde” in spiaggia dal prossimo anno.

Ad annunciare l’estensione del provvedimento di divieto di fumo su tutte le spiagge libere a partire dal 2020 è stato il vicesindaco e assessore al Demanio Marittimo Pierpaolo Perretta.

Da quest’anno fumare sarà vietato a ridosso della battigia e in acqua fino a 200 metri di distanza dalla riva.

Ma dal prossimo anno, per i fumatori, sarà impossibile accendere una sigaretta anche sotto il proprio ombrellone.

Anche se munito di posacenere tascabile. Anche se lontani da bambini e donne in stato interessante. E anche se distanti e non si reca disagio a chi invece del fumo non ne vuole proprio sapere.

“I mozziconi di sigaretta risultano essere un vero e proprio flagello per i nostri mari – ha detto Perretta – e secondo studi recenti risultano essere il rifiuto più presente e più inquinante dei nostri mari”.

“Una sola sigaretta gettata in mare è sufficiente per contaminare un metro cubo d’acqua: impossibile stare a guardare”.

E così, dal prossimo anno “si andrà verso un divieto di fumo totale sulle nostre spiagge”.

Il tutto “con un percorso condiviso con la categoria che se vorrà potrà dedicare degli spazi appositi ai fumatori”.

A chi già all’annuncio dell’ordinanza anti fumo di quest’anno ha ironicamente chiesto “e chi controlla?”, il vicesindaco questa volta puntualizza.

“Ci impegneremo anche per una puntuale verifica del rispetto di tale ordinanza sia attraverso la Polizia locale che, ove possibile, anche ricorrendo alle Guardie ambientali che già stanno operando sul territorio con risultati ottimali”.

“Siamo tutti chiamati a una vera e propria rivoluzione dei nostri usi e costumi: occorre infatti che tutti facciano la propria parte per contribuire attivamente alla riduzione dei rifiuti che inquinano l’ambiente e si riversano in mare e sulle spiagge producendo danni gravissimi all’ecosistema”.

“Il nostro impegno come amministrazione – ha proseguito ancora PErretta – è ora rivolto a un’azione di contrasto all’utilizzo della plastica monouso sulle nostre spiagge e sulla quale si sta lavorando in sinergia con l’impresa balneare a cui va riconosciuto di aver preso veramente a cuore il problema”.

Una decisione, quella dell’amministrazione comunale, che seppur apprezzabile dal punto di vista del rispetto del prossimo e dell’ambiente, già ieri ha scatenato una serie di commenti.

Da chi ovviamente ha apprezzato l’iniziativa, elogiando l’emissione dell’ordinanza sindacale che di fatto già da quest’anno restringe il “raggio d’azione” dei fumatori; a chi invece ha sollevato notevoli dubbi.

“Ordinanza da un certo punto di vista sacrosanta – scrive un utente social – Ma io mi auguro di vedere vigili sulla spiaggia pizzicare tutti quelli che la domenica si mangiano anche il panettone del Natale passato e lasciano tutto sulla spiaggia”.

E ancora: “Sono d’accordo perché io quando fumavo non lascivo nulla in spiaggia ma non è usanza di tutti. Spero che venga fatta osservare anche l’ordinanza di raccogliere le feci degli amici a quattro zampe non solo dalle spiagge ma dai marciapiedi e dai parchi dove bisogna fare lo slalom”.

E poi c’è anche chi contestando la decisione dell’amministrazione comunale punta i riflettori su un’altra “tradizionale” abitudine da spiaggia.

Il consumo di alcolici: “Però te poi beve sei casse di birra, e mi ubriaco come paura e delirio a Las Vegas, ti perdi tuo figlio…..”.

Insomma, sicuramente proprio come quando venne introdotto il divieto di fumo all’interno dei locali pubblici e ristoranti, anche in questo caso, sicuramente si attraverserà una fase caotica prima che ci si abitui ai nuovi limiti.

Intanto, contestualmente all’annuncio del divieto totale a partire dal prossimo anno, il vicesindaco ha invitato la popolazione a partecipare alla Giornata Mondiale degli Oceani indetta dall’Unesco, da Ami e dalla Rappresentanza Italiana della Comunità Europea con la collaborazione e il patrocinio del Comune.

L’appuntamento è per l’8 giugno con “Plastic Free”.

Obiettivo: la pulizia delle spiagge e dei fondali di Ladispoli.

Si comincerà alle 9 allo stabilimento La Baia di Ladispoli.

L’iniziativa si concluderà nella spiaggia di Torre Flavia dove si cercherà di realizzare il primo Flash mob italiano Plastic free.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Rodolfo Bisatti presenta al MAXXI il film “Al Dio Ignoto”

Notiziepolitica

Riva Destra, Prato: “Massima solidarietà a tutti i cittadini italiani colpiti dal maltempo”

AttualitàCittà

Cerveteri, scuola: online l’avviso per i contributi per la fornitura gratuita dei libri di testo

Notizie

Maltempo, Federbalneari litorale nord: “danni per oltre 1 milione di euro”

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?