fbpx
Notizie

Civitavecchia, trovato ordigno bellico. E’ stato fatto brillare dagli artificieri dell’Esercito

2 Condivisioni

La bomba risaliva alla seconda guerra mondiale

Civitavecchia, trovato ordigno bellico. E’ stato fatto brillare dagli artificieri dell’Esercito – la nota della Polizia di Stato

Il 12 settembre scorso un cittadino postava, sul noto social network facebook, una foto scattata in una zona boschiva ritraendo oltre alla sua moto da Trial un grosso ordigno bellico.

Immediatamente l’autore del post veniva contattato dagli uomini del Commissariato di Civitavecchia, per individuare con precisione il luogo della foto.

Si accertava così che l’ordigno “una bomba da cannone della Seconda Guerra Mondiale”  si trovava nell’albero di un ruscello sito in Località Poggio Capriolo poco distante dai ripetitori di Poggio Paradiso.

Veniva quindi richiesto l’intervento degli artificieri dell’Esercito che, dopo aver accertato la perfetta efficienza dell’ordigno ed aver messo in sicurezza la zona unitamente al personale del Commissariato, in data odierna provvedevano al brillamento.

2 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàNotizie

Gdf, trovati 6 lavoratori "in nero": 4 percepivano il reddito di cittadinanza

CittàNotizie

Cerveteri, Pascucci: "Intitoliamo uno spazio a Stefano Cucchi"

CittàNotizie

"A Ladispoli un contagio ogni 356 abitanti: confusione sull'emergenza sanitaria"

Notizie

Covid a Ladispoli, PD: "Dall'Amministrazione Comunale pochi controlli e ancora parole irresponsabili"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.