fbpx
Notizie

Cerveteri si è finalmente riappropriata del suo lungomare

Cerveteri si è finalmente riappropriata del suo lungomare

di Riccardo Dionisi

La speranza, si sa, è l’ultima a morire. Aforisma più che calzante se associato a quanto sta accadendo, in questi giorni, a Cerveteri e al suo chiacchierato lungomare. Una città nata grazie agli Etruschi che si erano garantiti l’accesso al mare attraverso ben tre porti: Pyrgi, Alsium e Punicum. Una eredità ingombrante, gravante sulle teste dei 40000 etruschi moderni, come un macigno.

Caere o Kaysra che dir si voglia aveva nel mare e nei suoi porti la sua ricchezza. Oggi, dopo la lottizzazione Ostilia a Campo di Mare, per i cerveterani il mare è diventato quasi un problema. Anni passati a sentire parlare di linee e ceppi demaniali, proprietà altrui, malfunzionamenti al depuratore, strade al buio e acque che di cristallino avevano davvero ben poco. Una situazione paradossale e poco edificante che relega il nostro lungomare a fanalino di coda della riviera a nord della capitale. Si sa, in tutte le cose, prima o poi arriva o sembra arrivare un punto di svolta. E questo 2019 per Cerveteri se punto di svolta non è ci assomiglia molto. Tra pochi giorni arriverà sull’arenile di Campo di Mare il Jova Beach Party, il concerto più chiacchierato dell’estate.

Lorenzo Cherubini con la sua ‘innovativa’ idea di party sulle spiagge italiche ha diviso la penisola tra entusiasti dell’evento e ambientalisti (non tutti) preoccupati, giustamente, per l’ecosistema. A Campo di Mare sono sparite persino le dune per far posto al concerto: una situazione che paradossalmente ha diviso anche gli ambientalisti tra chi si è messo ‘le mani nei capelli’ e chi ha rassicurato l’opinione pubblica sostenendo che alcun danno è stato apportato all’ambiente. Martedì 40000 persone si godranno lo spettacolo di questo party estivo ed è un bene che Cerveteri si sia presa (avremmo detto lo stesso per Ladispoli) le luci dei riflettori per uno degli eventi più attesi dell’estate.

Un evento che porterà soldi nelle casse degli esercenti delle due città e un po’ di visibilità, che non guasta. Campo di Mare non è stata mai così bella come oggi: strade pulite, buche riempite, luci funzionanti.

Jovanotti ha ‘fatto il miracolo’, ‘Santo subito’ sono tra le espressioni più inflazionate dell’estate. La paura, in parte, è proprio questa che chiuso il concerto del ragazzo di ‘Gimme five’ si torni di nuovo nella naftalina e il lungomare ritorni ad essere il superaffollato luogo dove godersi solo un po’ di sole, ma che si trasforma in deserto dopo il tramonto. Lo dicevamo all’inizio, la speranza è l’ultima a morire soprattutto quando vi si associano azioni concrete. Il concerto, infatti, è preceduto dal Summer Village Circus organizzato da Ascom Cerveteri, la neonata associazione dei commercianti etruschi. Un luogo fantastico che da venerdì ha riacceso i riflettori sul lungomare dei navigatori etruschi.

Chi scrive fa fatica a ricordare tanta gente sul lungomare della città, di sera. Una villaggio tra food, negozi e attrazioni che sta facendo il pieno. Ci si augura che quella di quest’anno sia stata l’edizione numero uno e che per gli anni a venire il Summer Village a Campo di Mare diventi una istituzione. Da qui non si può tornare indietro. Cerveteri, finalmente, si sta riappropriando del suo lungomare e non solo perché il Sindaco Alessio Pascucci ha firmato un atto notarile che lo riconsegna fisicamente alla città. I cerveterani sono entrati in possesso fisico del lungomare dei navigatori etruschi e ci si augura che sia l’inizio della ‘riconquista’ della Campo di Mare intera, ma ne hanno ripreso possesso anche dal punto di vista emotivo. E’ davvero l’anno zero per Marina di Cerveteri e Campo di Mare o (e ci auguriamo tutto il contrario) è l’inizio di una illusione?

foto di Miro Landoni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Prorogata dal consiglio dei ministri l'emergenza per le zone terremotate

Notizie

Il sindaco Tedesco: "Alessandro sta bene. Un sollievo per la città"

Notizie

Civitavecchia, è stato ritrovato Alessandro Cesarini

Notizie

Ladispoli, al Liceo “Pertini” gli sportelli per l’orientamento degli studenti delle terze medie

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?