fbpx
 
Notizie

Cerveteri, la lettera di Giuseppe Zito al consiglio comunale: “Sempre seguito il faro dell’interesse pubblico”

L’ex vicesindaco: “Quando ho capito di trovarmi in una barca dove non tutti remavano con la stessa energia e nella stessa direzione, ho iniziato a perdere gli stimoli”

Cerveteri, la lettera di Giuseppe Zito al consiglio comunale – di seguito la lettera affidata al consiglio comunale:

Carissimi,

il 2020 è il primo anno in cui il Comune di Cerveteri non parte in esercizio provvisorio, è il primo anno in cui il bilancio viene approvato entro il 31.12 ma, dopo 8 anni, è anche il primo bilancio che non espongo io al Consiglio Comunale e alla Città.

Certamente ricorderete una delle frasi che ripetevo sempre durante la discussione sul previsionale, il bilancio è una materia viva.

Questo è un momento di partenza, lavoriamo in condizioni dove è impossibile poter programmare. Le entrate a fatica riescono a coprire le spese obbligatorie e le cose su cui possiamo fare la differenza si possono finanziare o con l’avanzo di amministrazione o con le maggiori entrate derivanti dal recupero dell’evasione. Condizione durissima per una città di 40.000 abitanti, 450 km di strade, 18 plessi scolastici. 

Cerveteri, la lettera di Giuseppe Zito al consiglio comunale: "Sempre seguito il faro dell'interesse pubblico"
Cerveteri, la lettera di Giuseppe Zito al consiglio comunale: “Sempre seguito il faro dell’interesse pubblico”

Sentire il peso della responsabilità di manutenere questo patrimonio senza risorse economiche e umane adeguate è certamente tra le principali cause della mia scelta.

Per il 2021 il Governo ha annunciato la volontà di avviare un percorso per il superamento del perverso meccanismo del Fondo di Solidarietà Comunale, passando da un sistema orizzontale (in cui i Comuni compensano i trasferimenti tra loro) a un sistema verticale in cui sarà lo Stato ad assumersi nuovamente tale onere. A regime il Comune di Cerveteri potrebbe contare su circa 1,5 mln di maggiori risorse. Questa città ha un profondo bisogno di investimenti e mi auguro che chi verrà dopo di me possa registrare maggiori soddisfazioni nell’esercizio delle sue funzioni e lavorare in condizioni migliori. Nonostante tutte queste difficoltà sono tantissimi i progetti che lascio in sospeso: dalla rotatoria di Via Chirieletti all’asilo Nido Comunale, dalle piste ciclabili al protocollo d’intesa con l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia per la pedonalizzazione di Piazza A. Moro. Dal progetto sicurezza all’efficientamento energetico”.

Zito tende poi una mano al suo successore:

“Sappiate che chiunque sarà il mio successore potrà contare sul mio supporto, perché quando scegliamo di fare gli amministratori decidiamo di immolarci per la città. Possiamo sbagliare, come certamente avrò fatto molte volte e per cui mi scuso con i cittadini, con i consiglieri di maggioranza e di opposizione, con i miei colleghi di Giunta. Ma siate certi che ho sempre sbagliato in buona fede.

Seguendo sempre il faro dell’interesse pubblico che ha illuminato ogni passo del mio cammino. Fare l’Amministratore è molto faticoso, specie nelle condizioni in cui viviamo. E’ sacrificio. Abnegazione. Fantasia. Studio. Generosità. Pazienza. Si può fare l’Amministratore finché la mattina ci si alza con l’emozione di mettersi a servizio della propria comunità cittadina e politica. Quando ho capito di trovarmi in una barca dove non tutti remavano con la stessa energia, e dove non tutti remavano nella stessa direzione, ho iniziato a perdere gli stimoli, la forza, il sorriso dal volto…ho iniziato a sentire la fatica di lavorare 14 ore al giorno.

Allora ho capito che non potevo continuare a fare il Vicesindaco. Ma porto con me un bagaglio di esperienze per cui mi sento di ringraziare innanzitutto il Sindaco, Alessio Pascucci, senza il quale oggi non saremmo qui. I colleghi della Giunta che mi hanno sopportato e supportato, questo Consiglio Comunale che mi ha sempre riconosciuto un grande rispetto per il lavoro svolto. Ma soprattutto i tantissimi cittadini che hanno riposto in me la loro fiducia. 421 persone che mi hanno permesso di essere il consigliere più votato. Non so se mi potranno comprendere. Non so se mi perdoneranno. Ma voglio che sappiano che fino all’ultimo minuto ho messo tutto il mio impegno e la mia passione. E, anche se con un ruolo differente, continuerò ad essere a disposizione della città che amo anche nel futuro.

Cerveteri, la lettera di Giuseppe Zito al consiglio comunale: "Sempre seguito il faro dell'interesse pubblico"
Cerveteri, la lettera di Giuseppe Zito al consiglio comunale: “Sempre seguito il faro dell’interesse pubblico”

Vorrei solo aggiungere una cosa prima di salutarvi. E’ chiaro che le notizie apparse nelle ultime settimane sono frutto dell’intento di chi, non avendo strumenti politici per poter colpire chi avrebbe potuto ricoprire il ruolo di prossimo candidato Sindaco di questa Città, ha cercato di utilizzare la gogna mediatica pensando di poter distruggere l’avversario. Ora potrei fare della facile ironia che vi risparmio.

La mia estraneità è già stata accertata da chi di dovere ma non potrò esimermi dall’affrontare un percorso legale per perseguire da chi ha eventualmente diffuso indagini giudiziarie senza autorizzazione a chi ne ha fatto un uso distorto con il solo scopo di diffamarmi. Ora, nella mia vita ho imparato molto giovane a fare le sottrazioni profonde, a distinguere quale siano le cose davvero importanti, i valori, le priorità. E non sono certo questi mezzucci che mi spaventano. Ma pensate agli effetti che questi possono avere, specie in una piccola comunità, sui nostri figli e sulle nostre famiglie. Chi è così piccolo da agire in questo modo verrà sempre sovrastato dalla grandezza degli altri al loro cospetto.

Buon lavoro a tutte e a tutti”

Giuseppe Zito

Qui l’articolo in cui si annunciavano le dimissioni dell’ex vicesindaco: https://baraondanews.it/cerveteri-zito-si-dimette-e-lascia-la-maggioranza/

Post correlati
Notizie

Maltempo, nelle prossime ore previste forti piogge e vento

CittàCronacaNotizie

Santa Marinella, incidente al km 58: deviato il traffico sull’Aurelia

CittàNotizie

Cerveteri: oggi l'ultimo saluto a "Terzo"

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, la Polizia sospende licenza e chiude un bar per 10 giorni

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.