fbpx
Istruzione

Bracciano, il Sindaco Armando Tondinelli sulle scuole: “Lunedì 14 suonerà la campanella”

Bracciano, dal rifacimento delle strade al restyling delle aree intorno al lago
1 Condivisioni

Il Sindaco predica cautela riguardo la prossima riapertura dei plessi scolastici

“La campanella suonerà il 14 settembre per tutti gli studenti di Bracciano il presidente della Regione ha lasciato che la scelta se riaprire o meno i plessi prima delle elezioni spettasse ai Comuni senza prendere una decisione univoca  e dettare una linea equa per tutti. Questa scelta ha costretto noi amministratori locali a fare l’ennesimo sforzo economico per non gravare ancora di più sulle famiglie e sui ragazzi penalizzati da un lungo lockdown. Nel caso avessimo tardato, avrebbero potuto sentirsi discriminati rispetto ad altri paesi vicini e lontani ma questo non accadrà perché riapriremo in piena sicurezza”. Così in una nota il Sindaco di Bracciano Armando Tondinelli che prosegue: “Anche per il trasporto scolastico abbiamo investito un extra di ben 13 mila euro al mese rispetto al costo di 36 mila euro che sosteniamo però i nostri studenti viaggeranno sicuri con due pulmini in più per garantire il distanziamento e il rispetto delle norme anti-Covid. Purtroppo, le scuole medie che vedono coinvolti 565 studenti  non hanno ancora ricevuto i banchi singoli promessi dal ministro all’Istruzione Cinque Stelle. Ne servirebbero 200 per garantire il distanziamento ma purtroppo per ora agli annunci non sono seguiti ancora fatti e tre ragazzi per classe – aggiunge il Sindaco – dovranno alternare la presenza con l’attività didattica a distanza fin quando non arriveranno i banchi singoli promessi”.  Intanto, sono terminati i lavori di adeguamento all’interno delle scuole e sono in via di ultimazione quelli all’esterno dei plessi. Oltre ai lavori di adeguamento alle norme Covid l’Amministrazione ha colto l’occasione per fare anche diversi interventi volti a garantire ancora di più la sicurezza degli alunni. Le classi sono state organizzate in maniera tale da garantire il distanziamento tra gli studenti. Per permettere a tutti i ragazzi di mangiare a mensa è stato  ampliato il refettorio per poter disporre tutti i tavoli con le distanze di sicurezza. Sono stati inoltre sostituiti alcuni infissi nelle aule e verrà ripristinato l’intonaco della facciata sulla corte interna del plesso per poter utilizzare lo spazio esterno sia per l’attività ludica che didattica. Il servizio mensa partirà il 28 settembre, una decisione presa di comune accordo dal Consiglio d’Istituto, il Comune e la ditta che fornisce i pasti, a seguito della diffusione delle linee guida del Governo arrivate lo scorso tre settembre. Infine un augurio da parte del Sindaco: “Auguro a tutti i ragazzi un sereno inizio di anno scolastico – dice – sperando che le misure di distanziamento non sconvolgano troppo la loro quotidianità. Abbiamo fatto il massimo per garantire un ritorno in sicurezza. Supereremo al meglio anche questo momento insieme! Buona scuola e buono studio”

1 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
IstruzioneItalia

Scuola. UNSIC: “non sarebbe stato meglio investire in nuove tecnologie?”

CittàIstruzione

Cerveteri. Aperte le preiscrizioni al trasporto scolastico, ma solo online

Istruzione

Cerveteri, scuola al tempo di Covid. Pascucci: "10 cose da sapere"

AttualitàIstruzioneNotizie

Dal 18 al 30 maggio Open Day all’Università Cattolica

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.