fbpx
CittàCultura

Allumiere. Il Museo Civico e la Biblioteca comunale confermati rispettivamente nelle “Organizzazioni museali regionali” e delle “Organizzazioni bibliotecarie regionali”

Allumiere. Il Museo Civico e la Biblioteca comunale confermati rispettivamente nelle “Organizzazioni museali regionali” e delle “Organizzazioni bibliotecarie regionali”

Ad Allumiere la cultura e la storia locale hanno un ruolo sempre più presente nella vita del paese. E arrivano nuovi riconoscimenti: infatti il museo civico “Klitsche de La Grange” e la biblioteca comunale sono stati confermati rispettivamente nelle rispettive organizzazioni regionali.

“Si tratta di una importante riconferma e ulteriore dimostrazione che le nostre istituzioni culturali possiedono un’indubbia valenza anche sociale, ma soprattutto del fatto che quando si lavora con serietà, impegno, competenza i risultati si ottengono e si rafforzano nel tempo” affermano le assessore alla Cultura e Pari Opportunità, Brunella Franceschini, e alla Pubblica Istruzione, Tiziana Cimaroli.

Allumiere. Il Museo Civico e la Biblioteca comunale confermati rispettivamente nelle “Organizzazioni museali regionali” e delle “Organizzazioni bibliotecarie regionali”

A questo riconoscimento si unisce l’enorme lavoro di restyling che l’amministrazione sta portando avanti per quanto riguarda il Palazzo della Reverenda Camera Apostolica, un bene di grande valore storico e architettonica che vedrà finalmente riconosciuta, attraverso il ripensamento di alcuni ambienti, la propria centralità nella vita culturale del paese.
“Questi sono i risultati concreti che con il nostro lavoro stiamo raggiungendo, che conferiscono prestigio alla nostra piccola comunità e di chi tutti dobbiamo andare fieri” concludono Franceschini e Cimaroli.

Dal sindaco Antonio Pasquini arriva poi la notizia dell’imminente uscita dell’avviso pubblico attraverso il quale il museo potrà avere un comitato scientifico che collaborerà insieme al direttore e all’amministrazione comunale. Al museo e alla biblioteca sono stati collocati quattro giovani in servizio civile (come già accaduto per la Protezione civile). “I ragazzi e le ragazze selezionati – aggiunge il primo cittadino – avranno la possibilità di vivere un’esperienza formativa e professionalizzante, contribuendo ad arricchire i nostri servizi culturali.  La nostra comunità, il nostro paese, le nostre risorse non sono certo quelli descritti da alcuni giornali in questi giorni, ma sono molto altro e questi obiettivi raggiunti ne sono la dimostrazione e testimonianza”. 

Sindaco e assessore concludono all’unisono nel ringraziare sentitamente, per la loro fattiva collaborazione al raggiungimento degli obiettivi, tutti i dipendenti del museo,
della biblioteca e degli uffici comunali e il personale di Lazio Crea in servizio presso la locale struttura museale, nonché il suo direttore dottore Enrico Seri.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Città

Ladispoli, consegnate ieri le Ladicard ai negozianti

AttualitàCittà

Il 'Camper Rosa' della Polizia di Stato a Civitavecchia

Cultura

Ladispoli: le sette meraviglie in 3D di Marco Mellace questa sera in Tv

CittàCultura

Ladispoli, al via l’ottava edizione del Summer Music Camp 2021

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.