fbpx
 
CittàCronacaNotiziepolitica

Addio a Gerardo Bianco, ex ministro e cerveterano per scelta

E’ morto a 91 anni Gerardo Bianco, membro storico della Democrazia Cristiana. Amava Cerveteri ed era socio dell’Associazione Nautica Campo di Mare

“Stamattina, al risveglio, abbiamo appreso una brutta notizia: ieri sera si è spento il nostro consocio Gerardo Bianco. Lucido e cosciente sino alla fine, si è accomiatato dal mondo con la saggezza e la serenità che lo hanno sempre contraddistinto, lasciando alla famiglia un testamento spirituale” scrivono i membri dell’Associazione Nautica Campo di Mare.

“In questo triste momento lo vogliamo affettuosamente ricordare con poche ma sentite parole che ci ricordano l’Uomo, il Politico, il Consocio dell’Associazione nautica Campo di Mare, il caro Amico”.

Le esequie si terranno a Roma sabato 3 dicembre, alle ore 10, presso la Chiesa di San Gaetano, via Tuscania 12, zona via Flaminia/Fleming.

Addio a Gerardo Bianco, ex ministro e cerveterano per scelta

Il ricordo dell’Associazione Nautica Campo di Mare

Gerardo Bianco aveva adottato Cerveteri e in particolare Campo di Mare come sua seconda terra di affetti, dopo la sua amatissima Irpinia. E questo ha consentito a chi ormai da anni gli stava vicino di conoscere più intimamente le sue qualità.

Sulla scena pubblica ha avuto gli incarichi che tutti conosciamo: Deputato alla Camera per 9 legislature, Parlamentare europeo, Presidente del Gruppo parlamentare democristiano per diversi anni non per designazione dei vertici ma per iniziativa della base, Ministro della pubblica istruzione, Segretario del Partito Popolare negli ultimi passaggi in cui si tentava di mantenere viva la voce di una politica esplicitamente ispirata ai valori cristiani.

Era antico e moderno insieme, custode della nobiltà politica ma capace di capire il nuovo.

“Leale servitore delle istituzioni, politico appassionato, ricco di cultura e umanità”, il ricordo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Ma chi gli è stato vicino nei suoi lunghi soggiorni al mare ha conosciuto anche le sue doti più intime di cui faceva dono: la sua profondissima conoscenza del mondo letterario classico, latino e greco, alla luce del suo grande maestro Francesco De Sanctis conosciuto nei suoi studi giovanili all’Università Cattolica e ripreso con vigore con l’affievolirsi della vita politica, mai peraltro abbandonata nel manifestare il suo giudizio su questi nostri tempi tanto difficili.

Ma soprattutto ha potuto conoscere la sua amicizia, manifestata in incontri e conversazioni sotto il gazebo della Associazione Nautica, in lunghe passeggiate lungo il mare fino a Torre Flavia oppure in serate domestiche rese vivaci da appassionate partite di “tresette”.

Gerardo è stato un vero Amico che ha profuso attorno a sé i suoi doni con la semplicità dell’onda del mare, proprio qui nelle nostre terre, senza quel distacco che la vita pubblica impone.

Non è solo l’emozione del momento che ci fa dire che non lo dimenticheremo mai.

L’Associazione nautica Campo di Mare si stringe affettuosamente a tutti i familiari, in particolare alla moglie Tina ed ai figli Maria, Fazio, Andrea.

Post correlati
CittàCronaca

Incendio in un capannone a Castel Romano, sul posto i vigili del fuoco

AttualitàCittàCultura

Caere: quando una grande metropoli si perde nella nebbia della Storia. Ovvero il legame indissolubile tra la città dei vivi e la città dei morti

Cronaca

Santa Marinella, incidente sulla Via Aurelia: tre persone sono rimaste ferite

Notizie

Il prossimo 5 febbraio 2023 autovelox su A12 Roma-Civitavecchia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.