fbpx
politica

“Una pagina da scrivere” per le elezioni comunali di Ladispoli del 2022

Nota congiunta di Italia in Comune, Ladispoli in Azione, Italia Viva Ladispoli e P.S.I. Ladispoli

“Una pagina da scrivere” per le elezioni comunali di Ladispoli del 2022 –

“Abbiamo provato ad osservare Ladispoli, la Città in cui tutte e tutti noi viviamo.
Abbiamo tentato di farlo con e da punti di vista diversi, come diverse sono le nostre radici culturali.

Con sguardi attenti, notiamo un insieme di risorse e potenzialità sociali, ambientali, culturali, economiche, poco o addirittura per nulla valorizzate.
Ladispoli è una Città che ormai da anni vive una metamorfosi che sta declinando la vocazione turistica in piccola metropoli urbana e residenziale, che ha visto in pochi anni un aumento vertiginoso della popolazione residenziale determinato da un incremento esponenziale di abitazioni, motivato da diversi fattori tra cui l’invivibilità delle grandi Città unita a condizioni di criticità economica.

Il boom demografico non ha avuto però, la giusta attenzione delle classi dirigenti nell’affrontare complessivamente un tema così importante e negli anni, è aumentato vertiginosamente il divario tra il numero di abitanti ed edifici residenziali in rapporto ai servizi.

Sempre di più: servizi sociali, infrastrutturali, spazi pubblici e parchi, soffrono una situazione di “insostenibilità ambientale e sociale”
Il nostro progetto per Ladispoli – plurale ed inclusivo – nasce proprio da questo, dalla necessità di trasformare la nostra Città, con una visione legata alla “sostenibilità”.

Cos’è una CITTA’ SOSTENIBILE?
Iniziamo affermando che si tratta di un progetto certamente coraggioso ed ambizioso, quanto necessario per Ladispoli.
Un’idea, che muovendo in “direzione ostinata e contraria” vuole essere necessariamente diversa ed al tempo stesso attuabile, dunque sincera.

La “sostenibilità” in un Città, è la ricerca degli strumenti per costruire un futuro urbano per realizzare modelli che possano diventare dei laboratori per il cambiamento che nella nostra idea non è perimetrato esclusivamente a temi ambientali.

Dunque la stessa, considerata come tema centrale della nostra agenda Politica, è lo strumento che declinerà gli argomenti politici determinanti quali: urbanistica, servizi sociali, ambiente, pubblica istruzione, cultura, turismo e commercio, in tale direzione, con l’obbiettivo di ridurre notevolmente e quanto possibile l’impatto socio ambientale. L’uso di strumenti ed il raggiungimento di obbiettivi concordati in sede Europea quali ad esempio l’agenda 2030, saranno determinanti per muovere nella direzione di un nuovo quadro di riferimento teso a trovare soluzioni alle grandi sfide quotidiane riguardo l’estrema povertà, i cambiamenti climatici, il degrado ambientale e le crisi sanitarie.
Questa è la grande scommessa!

Ci impegniamo a dare piena e autonoma rappresentanza politica ai temi della qualità ambientale ed ecologica, della valorizzazione del patrimonio culturale di Ladispoli, materiale e immateriale, dell’equità sociale, in quanto valori e bisogni di riferimento di un numero crescente di cittadini, delle parti sociali e delle imprese; ci ispiriamo in ogni sua azione, anche istituzionale, ai principi della legalità, della trasparenza, dell’ecologia della politica, a quelli fondamentali della democrazia e di tutte le libertà civili, politiche e religiose, rifiutando ogni forma di razzismo e discriminazione, promuovendo la partecipazione attiva delle donne e degli uomini alla politica ambientale ed ecologica, riaprendo la partita della lotta contro le disuguaglianze.
Per farlo serve un progetto innovativo e coraggioso che tenga insieme “la questione ambientale e sociale e determini un nuovo modello di sviluppo sostenibile per Ladispoli.”

Per ottenere risultati equi in questa direzione, è necessario muovere elaborando:

  • un bilancio comunale determinato da “scelte politiche coraggiose” che tengano conto delle misure necessarie ed urgenti, diventando influenti nelle scelte tecniche.
  • un grande piano dedicato alla mobilità sostenibile, per ridurre la congestione del traffico, tramite strumenti che incentivino la pedonalità, la ciclabilità, gli spazi pubblici, le aree verdi e culturali.
  • costruire nella direzione di un turismo sostenibile che dia centralità alle importanti aree ambientali e culturali della nostra Città e che rivalutandole, restituisca il giusto ruolo alle stesse alle stesse.
  • chiudere la variante del P.R.G. aperta da anni tentando di limitare quanto più possibile le nuove cubature tramite una visione sostenibile ed ecologica della nostra Cittadina ed adottando i principi di bioedilizia e bioarchitettura, limitando ulteriore consumo di territorio rispetto a quello già compromesso. L’uso di strumenti come ad esempio quello della “rigenerazione urbana” per restituire la giusta dignità, in particolare alle aree degradate della nostra Città.
  • restituire la centralità politica ed amministrativa ai servizi sociali, tornando a considerarli strumento imprescindibile per accorciare la forbice delle disuguaglianze sociali e delle estreme povertà, partecipando e costruendo strumenti (anche finanziati) mai attuati, messi a disposizione dalla Regione Lazio, lo Stato, l’Europa.
  • Realizzazione di una struttura esterna da affiancare agli uffici Comunali, competente, a costo zero, in grado di partecipare ai bandi Europei, Statali e Regionali, anche con funzioni di formazione nei confronti degli impiegati Amministrativi.
  • Grande attenzione alle questioni ecologica e culturale, rivalutando, riconvertendo e creando, aree aggregative pubbliche, centri culturali, aree verdi, alberature, unitamente a progetti e percorsi culturali, sociali ed ambientali itineranti e rivalutando / riqualificando zone di Ladispoli ad oggi trascurate e dimenticate.
    Vogliamo costruire uno strumento per realizzare un rete intercomunale “culturale” che si faccia carico di costruire e realizzare progetti che acqiusendo una forza maggiore riescano a restituire la giusta importanza in una condizione di unicità e pluralità, anche con una visione di internalizzazione ripartendo dallo strumento dei gemellaggi tra Comuni Italiani ed Europei.

Promozione ed incentivazione alle energie rinnovabili muovendo nella direzione di una importante riconversione energetica ed ecologica in maniera più ampia.

A questa “pagina da scrivere” plurale ed inclusiva, necessariamente partecipata, nella sua unicità, hanno aderito:

Italia in Comune Ladispoli
Ladispoli in Azione
Italia Viva Ladispoli
P.S.I. Ladispoli”

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Cittàpolitica

Forza Italia Ladispoli scende in piazza per presentare la riforma fiscale

Cittàpolitica

"Spiagge accessibili ai disabili, non c’è sinergia imprenditoriale"

politica

"Cerveteri, la 'Casa della Pace' l'ennesimo naufragio che grida vendetta"

politica

Marietta Tidei: "No alla discarica di Roma a Cerveteri, Tolfa o Allumiere"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.