fbpx
 
AttualitàCittà

Tutti pronti a spostare le lancette dell’orologio: torna l’ora solare

Torna l’ora solare, sarà l’ultima volta? Il no di Cingolani

Lancette indietro di un’ora la notte tra sabato 29 e domenica 30 ottobre e intanto si continua a discutere sull’abolizione

Tutti pronti a spostare le lancette dell’orologio: torna l’ora solare –

Con l’arrivederci all’estate, le giornate iniziano a farsi sempre più corte e gli italiani si preparano, ancora una volta, a spostare le lancette indietro di un’ora.

Tutti pronti a spostare le lancette dell'orologio: torna l'ora solare

La notte tra il 29 e il 30 ottobre tornerà, infatti, in vigore l’ora solare. E così, anche se al mattino farà luce prima, allo stesso tempo farà buio prima il pomeriggio. L’ora solare resterà in vigore fino a domenica 26 marzo 2023.

Negli ultimi anni, intanto, si è molto discusso se mantenere il cambio d’ora oppure abolirlo. Una discussione nata all’interno del Parlamento Europeo e sostenuta, soprattutto dai Paesi nord – europei: Polonia e Finlandia in testa.

A tutti gli Stati è stata data libertà di decidere sulla possibilità di mantenere l’ora solare o legale o lasciare tutto come è.

Per quanto riguarda l’Italia, come riporta il meteo.it, il Governo Conte bis aveva depositato a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatta la situazione. Al momento, dunque, si procederà con il cambio d’ora.

Ma la discussione potrebbe riaccendersi di nuovo, soprattutto col caro bollette che tutto il Paese sta vivendo. Secondo la ricerca realizzata dal centro studi di Conflavoro PMI, era emerso che mantenere l’ora legale farebbe risparmiare 2,7 miliardi di euro nel 2023 sui consumi dell’elettricità. Sarebbe dunque utile, secondo Conflavoro, non procedere con lo spostamento delle lancette, così da riuscire ad ammortizzare i costi dell’energia elettrica.

Una proposta sostenuta anche dalla Società Italiana di Medicina Ambientale e sposata dal Codacons. Sempre come riporta il meteo.it, già a settembre il Sima aveva lanciato un appello: “è giunto il momento che l’Italia si pronunci per il passaggio all’ora legale consentendoci di guadagnare un’ora di luce e calore solare ogni giorno: la crisi energetica in atto deve far rompere ogni residuo indugio verso questa decisione che già risultava impellente in funzione di mitigazione dei cambiamenti climatici dovuti alle emissioni in atmosfera”.

Post correlati
Città

Sinistra Italiana Ladispoli: "Sul parco di Viale Europa lavori conclusi che però non rispettano il progetto presentato"

Città

Cerveteri, la città piange la scomparsa del Dottor Bruno Costantini

Attualità

Censis: gli italiani del 2022 preoccupati per gli eventi globali

Attualità

Covid, l'indice di trasmissibilità sale ancora, da 1,04 a 1,14

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.