CittàNotiziepolitica

Targa Almirante vandalizzata, l’ANPI: “Atti vandalici deprecabili”

29 Condivisioni

La nota della sezione di Cerveteri – Ladispoli: ”Si è creata ad arte un bagarre indecente”

Riceviamo e pubblichiamo:

Sia chiaro, a scanso di equivoci, che l’ANPI non si fa rappresentare dagli atti vandalici che possono essere compiuti da chiunque e per qualunque ragione. Noi ci facciamo rappresentare da chi nelle lotte ci mette la faccia. “ Durante la notte trascorsa la targa di Piazza Almirante, da poco inaugurata a Ladispoli è stata distrutta. Testimoni riportano che la lastra era ancora intatta intorno alla mezzanotte, ma non si conosce il momento esatto della rottura né chi ha commesso l’atto.” Subito è scattato sui social e sui media una sorta di processo sommario con relative condanne contro chi quella targa l’ha apertamente contestata con tutti gli strumenti civili e legali consentiti. Una bagarre indecente, orchestrata e strumentalizzata dall’entourage del Sindaco Alessandro Grando patron dell’intitolazione di Piazza Almirante, allo scopo di screditare in primis, con metodi forcaioli, tutti quei cittadini che liberamente hanno firmato per dire no a quella targa. Le cronache riportano: “Se si tratta di un atto di puro vandalismo o protesta, in quanto targa dedicata ad un esponente del fascismo e del Movimento sociale italiano, non si sa. Non si esclude neanche l’ipotesi dell’incidente. Qualcuno ha riportato che un gruppo di ragazzi stava giocando a pallone proprio lì questa notte e, magari la rottura potrebbe essere dovuta ad una pallonata involontaria”. Gli atti vandalici di cui è teatro quasi quotidianamente Ladispoli negli ultimi tempi (nella stessa zona è stata vittima anche la Parrocchia del Sacro Cuore) non sono accettabili qualunque sia la loro matrice.

Sezione ANPI Ladispoli Cerveteri

29 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Ladispoli, feriti in acqua a San Nicola: intervengono i bagnini del minibeach

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, trascinati dalla corrente: salvati dal bagnino

CittàNotizie

Cerveteri, Polo Museale: "I lavoratori non saranno soli"

CittàNotizie

La magia degli artisti di strada al Tarquinia lido bollicine summer fest

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista