fbpx
 
Cittàpolitica

SI Ladispoli: “Che fine ha fatto il centro antiviolenza?”

“Lo scorso venerdì, a Roma, I’ennesimo femminicidio! È accaduto Iontano da noi? Possiamo far finta di niente per questo motivo? No, non è cosi, perché purtroppo episodi gravi succedono ovunque, anche nel nostro territorio e per puro caso qui non sono sfociati in femminicidi. Il Comune di Cerveteri, con Delibera n. 15 del 18.02.2022, quasi un anno fa, ha acquisito il finanziamento della Regione Lazio per il Centro Antiviolenza. Solo a fine novembre (già un lasso di tempo un pò troppo Iungo), il Sindaco ha annunciato la chiusura della procedura di gara e il relativo affidamento ma da allora è passato un altro abbondante mese. Siamo preoccupati!” 

“Nel 2022, in Italia, si sono verificati più di 120 casi di femminicidio, circa uno ogni 3 giorni. Quanto ancora c’è da aspettare per vedere finalmente in funzione il Centro Antiviolenza? Non c’è un minuto da perdere: il nostro territorio ha necessità urgente di un presidio cosi fondamentale per le donne a rischio. Ci chiediamo, inoltre, se i Comuni di Ladispoli e Cerveteri abbiano mai risposto all’ avviso pubblico di Roma Capitale riguardo il finanziamento per l’istituzione di una casa rifugio, un luogo fondamentale. Un luogo sicuro che permetta alle donne e i Ioro figli di mettersi in sicurezza e di continuare il percorso di uscita dalla violenza. Le donne hanno bisogno di questo, non si può più aspettare!”

Rossana Valentini Coordinatrice Circolo Sinistra Italiana Roma Litorale Nord “Mahsa Amini”

Post correlati
CittàSport

Ladispoli, Gabbiano Calcio: un progetto ambizioso che continua a crescere

CittàCronacaNotizie

Incendio Santa Marinella, continuano le operazioni di bonifica

CittàCronacaNotizie

Incidente drammatico a Ladispoli, muore una donna

Cittàpolitica

Ladispoli: disabilità gravissima, pubblicata la graduatoria

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.