fbpx
 
Città

Santa Severa Martire, il comitato “Pro Severa” esprime soddisfazione per la riuscita dell’evento

Conclusi i 4 giorni di festeggiamenti in onore di Santa Severa, Martire, il Comitato “Pro Severa” promotore
dell’iniziativa fa un bilancio dell’attività ex-post.

“Sono state giornate impegnative, ma di grande soddisfazione” dichiara il Presidente Italo Donnini. “La località ha risposto ai vari eventi che abbiamo organizzato e anche i villeggianti e i vacanzieri ci hanno espresso il loro gradimento”, aggiunge Alessandro Pielich come responsabile eventi. E, infatti, sono stati molti gli eventi che hanno caratterizzato i 4 giorni di festeggiamenti: si è iniziato con l’inaugurazione all’interno della Sala del Nostromo alla presenza di molte Autorità e la seguente mostra fotografica, la prima in assoluto, aperta a tutti; si è continuato con le tante attività dedicate ai bambini, alla sera la musica e, dopo, i bellissimi fuochi pirotecnici a basso impatto sonoro, molto apprezzati da tutti i presenti in un’ottica di totale gratuità.

Le giornate dedicate alle celebrazioni religiose che hanno visto la presenza di tanti fedeli e la collaborazione di molti cittadini particolarmente Domenica 2 Giugno e Mercoledì 5 si sono svolte nella chiesa di Santa Maria Assunta al Castello di Santa Severa. Poi le visite guidate all’interno del maniero e nell’area Museale, hanno suscitato attenzione da parte dei visitatori convenuti, nonostante fossero giornate feriali e, quindi, per tante persone lavorative. “Ci possiamo dichiarare compiaciuti, poiché dopo oltre 50 anni d’assenza di qualsiasi festa patronale (ma non religiosa), la ripresa di questa ricorrenza nel 2024 è, in assoluto, la prima uscita pubblica.
Faremo tesoro di questa bella esperienza nel futuro per migliorarci e, alzare il livello qualitativo delle proposte, sempre fedeli alla tradizione, con l’aggiunta di innovazione nel pieno rispetto delle persone, dell’ambiente, di animali e dei beni della comunità. Abbiamo cominciato un percorso per offrire un contributo alla località, più in generale alla città di Santa Marinella, sia dal punto di vista storico e archeologico, che dal punto di vista dell’aggregazione sociale e, soprattutto, per la rivalutazione della nostra Santa.

Desideriamo proseguire su questo cammino, perché l’incoraggiamento ricevuto in questo senso dalla partecipazione di tanti cittadini volenterosi, dal sostegno che ci hanno dato le Istituzioni, per noi significa quella vicinanza trasversale di cui abbiamo bisogno. Vogliamo pertanto ringraziare chiunque si è fatto partecipe al nostro scopo primario: dal Sindaco avv. Tidei alla Vicesindaca dott.ssa Gaetani, dal Presidente del Consiglio Comunale dott. Minghella all’Assessore alla Cultura dott. Vinacia, alla Consigliera delegata a i Beni Archeologici dott.ssa Fratarcangeli, dall’Assessore al Patrimonio della Regione Lazio dott. Fabrizio Ghera al Presidente di LazioCrea dott. Buttarelli con la dott.ssa Cacciatori come coordinatrice delle attività che si attuano nel Castello, l’Assessore del Comune di Tolfa sig. Mauro Folli, e per la Diocesi di Porto Santa Rufina il dott. Simone Ciampanella vice responsabile della Comunicazione diocesana che ha portato i saluti e la vicinanza di S.E.R. Mons. Gianrico Ruzza, impegnato in attività pastorali e impossibilitato a partecipare. Una menzione particolare per d. Stefano Fumagalli, parroco di Santa Severa, che ha espresso parole benevole nei confronti delle iniziative del Comitato. E il supporto indispensabile della Pro Loco di Santa Severa, della CRI-Comitato Santa Severa/Santa Marinella, dei Cc di Santa Severa, del main sponsor Farmacia Scotti-Manduzio.

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Santa Marinella, gravissimo incidente stradale sull’Aurelia

Città

Trasporto scolastico a Cerveteri, aperte le iscrizioni

Città

Grande incendio in via del bagolaro a Cerveteri: ore per domarlo

Città

Santa Marinella, nido e scuola dell’infanzia: al via i lavori

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.