fbpx
 
AttualitàCittà

Santa Marinella: “Diamo voce al silenzio”

“Diamo voce al silenzio”, il 25 novembre Santa Marinella dice basta alla violenza sulle donne

Santa Marinella: “Diamo voce al silenzio” – In occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale per l’Eliminazione della violenza contro le donne, istituita dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, la Città di Santa Marinella promuove un programma di iniziative che ha l’obiettivo di sensibilizzare la cittadinanza sul tema della violenza di genere e informare su come il fenomeno sia trasversale a livello geografico, generazionale e di condizione sociale delle donne.

La ricorrenza internazionale di quest’anno assume purtroppo un valore ancora più importante visti i recenti fatti di cronaca accaduti che hanno profondamente scosso la comunità. L’omicidio della giovane Giulia è purtroppo solo uno dei tanti accaduti dall’inizio dell’anno in Italia. E’ importante che la comunità si attivi in un percorso di crescita e cambiamento. Il nostro Comune partecipa al tavolo interistituzionale antiviolenza organizzato da Asl RM4, Procura di Civitavecchia e Ordine degli Psicologi, offrendo massima disponibilità a creare una sinergia tra le istituzioni e le associazioni del territorio”, afferma il sindaco Pietro Tidei.

Santa Marinella: "Diamo voce al silenzio"

Le sere del 25 e del 26 la palazzina della Biblioteca Comunale sarà illuminata di rosso, colore simbolo della Giornata Internazionale, e abbiamo chiesto ai dipendenti del Comune, agli insegnanti e al personale delle Scuole pubbliche e private, e agli amministratori Comunali di indossare un fiocco rosso, appositamente predisposto. Un atto simbolico che rappresenta un impegno a non giustificare o a rimanere in silenzio di fronte ad atti di violenza commessi sulle donne-spiega l’assessore Vinaccia-Vogliamo in questo modo sensibilizzare la comunità sull’uguaglianza di genere e l’inclusione, educando al rispetto e alla consapevolezza, anche attraverso il coinvolgimento diretto delle scuole, dei cittadini e dell’Amministrazione Comunale. Il programma del 25 prevede il consueto appuntamento alla Biblioteca A. Capotosti con Bibliotechiamo, le letture per famiglie e bambini. Il tema scelto avrà come titolo “Nemmeno con un fiore”, ha concluso l’assessore alla cultura

Il fiore è anche il soggetto dell’iniziativa curata dall’assessore al verde e arredo urbano, Elisa Mei. Sarà infatti inaugurata a mezzogiorno l’aiuola “Il Fiore Sospeso”, un’installazione artistico di arredo urbano permanente, in collaborazione con le Ceramiche D’Urso. “L’opera vuole posare l’accento sull’importanza della comunità che deve proteggere le donne e sulla necessità di contrastare gli abusi e la violenza perpetrate su di esse. Dobbiamo dire “Mai Più!”, ha affermato l’assessore Mei.

Assunzione di consapevolezza del proprio valore e potenziamento della propria autostima. Questi sono solo alcuni degli obiettivi che si pone la Consulta delle Donne, tramite il cui coordinamento vengono organizzate varie attività e appuntamenti periodici, per fare in modo che le donne, anche generazioni diverse, si incontrino, si conoscano e possano insieme affrontare varie tematiche. Venerdì mattina alle ore 10:00 infatti al palazzetto dello Sport, l’Istituto Comprensivo e la Consulta hanno organizzato una performance musicale, coreografica e letterari degli alunni delle terze medie.

Post correlati
CittàCronacaNotizie

Cerveteri piange la scomparsa di Rafael Dalenz Cultrera

CittàCronaca

Cerveteri, ancora aggressioni da parte di pitbull. Lievemente ferita una donna

CittàCronaca

Cerveteri, annullata l'ultima giornata del Festival Etrusco dell'Inclusione e dell'Integrazione

Città

Ultima giornata del 4° Festival Etrusco dell'inclusione e dell'integrazione

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.