fbpx
AttualitàCittàCronacaOspitipolitica

Sanità Lazio, il Consigliere Maselli: “il sistema va rivisto a fondo”

12 Condivisioni

L’esponente di Noi con l’Italia alla Pisana conduce un’analisi sulla situazione dei medici e della sanità in generale nella Regione

Sanità Lazio, il Consigliere Maselli: “il sistema va rivisto a fondo” –

Lo sappiamo tutti oramai.

E’ noto.

La sanità nazionale e del Lazio vivono un momento decisamente triste.

File d’attesa per una visita interminabili, code nei pronto soccorso con medici e infermieri che cercano di barcamenarsi tra spazi ristretti, turni di lavoro massacranti, strumentazione spesso inadeguata o addirittura assente.

Anche se comunque c’è qualche corrente politica che continua ad insistere che tutto va bene.

Ma in Consiglio Regionale, tra le fila del gruppo di centrodestra, di netta opposizione alla Giunta Zingaretti, c’è il Consigliere Regionale Massimiliano Maselli, che ha condotto una personale ricerca sullo status della Sanità Laziale.

Allarmanti i numeri che emergono.

Non solo per il paziente ma anche per gli stessi medici.

Emerge infatti che per ragioni di salute, ad esempio, ci sono medici che non possono utilizzare il computer, oppure che nelle corsie ci sono infermieri che non possono sollevare pesi. Non proprio il massimo quando sei un paziente sdraiato su una barella…

Ma non finisce qui la ricerca.

A partire dall’età media del personale: 50anni.

Tanti numeri, piccoli magari, ma che messi insieme portano alla situazione che abbiamo oggi nella Sanità della Regione Lazio.

A tal proposito, lo stesso Maselli, così come riporta il Messaggero di oggi, propone: “una rivisitazione completa del sistema delle commissioni mediche di valutazioni.

Meglio seguire l’esempio della Lombardia (amministrata dal centrodestra, ndr) dove c’è una commissione medica centrale regionale. Così eviteremo una eccessiva vicinanza tra chi giudica e chi viene giudicato porti a certificati medici troppo facili”.

Ma non è una caccia alle streghe ovviamente quella che propone Maselli, ma semplicemente una “messa in sicurezza” del sistema medico – sanitario laziale.

Dati e considerazioni sulle quali è necessario sicuramente riflettere.

In particolar modo, crediamo da giornalisti e cittadini, soprattutto in questi momenti dove ci sono molte persone che soffrono e che necessitano di un servizio sanitario all’altezza.

Magari, la nomina a Segretario Nazionale del Partito aiuterà il Governatore Zingaretti …

12 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected]om oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Attualità

Una troupe di Rai 3 gira un documentario a Tolfa

CittàNotizie

Ladispoli, borse di studio. Pubblicato l'avviso

Notiziepolitica

Cerveteri, la Belardinelli: "La maggioranza boccia l'incremento dei fondi per i parchi"

Attualità

Vaccini, il commissario Figliuolo: "L'imperativo è accelerare"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.