AttualitàCronaca

Pamela Matropietro: ”Per il modo in cui è stato ridotto il corpo è un caso unico nella criminologia italiana”

Il punto della criminologa di Cerveteri Linda Corsaletti

Pamela Matropietro: ”Per il modo in cui è stato ridotto il corpo è un caso unico nella criminologia italiana”

L’udienza di ieri a Macerata si è celebrata a porte chiuse, con la sola presenza in aula delle parte civili, dei giornalisti e famigliari. Durante lo svolgimento del processo sono state mostrate le immagini del corpo di Pamela poiché ieri era tutto basato sulle indagini svolte sui resti della ragazza. Ben due medici legali nel corso dell’udienza hanno definito l’opera di deprezzamento “raffinata”. Uno dei due medici ha anche aggiunto : “io dopo 40 anni di esperienza riuscirei a farlo in modo analogo”.

Pamela Matropietro: ”Per il modo in cui è stato ridotto il corpo è un caso unico nella criminologia italiana”

Si è accertato che la ragazza non è morta per overdose. I tossicologi hanno a lungo spiegato il perché. È emerso anche ciò di cui ci siamo immediatamente resi conto vedendo il modo in cui il corpo di Pamela è stato ridotto, cioè che le modalità di deprezzamento e disarticolazione e lo scuoiamento del corpo, lo rendono un caso quasi unico della storia della criminologia italiana e non solo. Durante lo scorrimento delle immagini in aula sono rimasta colpita dall’atteggiamento di Oseghale, che sinceramente mi aspettavo.

Non ha mai alzato la testa, non ha mai rivolto lo sguardo alla mamma di Pamela. Gli agenti carcerari e i carabinieri a stento riuscivano a guardare. Hanno mostrato rispetto e pudore e ovviamente stupore di fronte a tanta efferatezza e mostruosità.
Siamo soddisfatti dell’andamento della giornata processuale di ieri, che è stata veramente intensa.

Lusia Regimenti, Roberta Bruzzone e Linda Corsaletti

Linda Corsaletti

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
AttualitàCittà

Fregene, dal 25 luglio la 'Festa del Cinema'

CronacaNotizie

Controlli dei carabinieri sul litorale, banda sudamericana sorpresa a rubare sotto gli ombrelloni

Attualitàpolitica

Pontine sul Lago di Bracciano, Ascani: "Frutto del lavoro di tutti"

Attualità

La notte della Luna, sabato 3 appuntamenti al MAXXI per celebrare lo storico sbarco del 1969

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista