fbpx
Notizie

Omicidio Vannini, spuntano nuove registrazioni

Il tolfetano Davide Vannicola le ha consegnate alla Procura di Civitavecchia nei giorni scorsi. A parlare nelle trascrizioni consegnate agli inquirenti un ex sottufficiale della Guardia di Finanza

Omicidio Vannini, spuntano nuove registrazioni –

Una nuova parentesi si apre nella già intricata vicenda relativa all’omicidio di Marco Vannini o per meglio, nella vicenda relativa al rapporto tra l’ex comandante dei Carabinieri della stazione di Ladispoli, Roberto Izzo, e Antonio Ciontoli, padre della fidanzata di Marco, Martina, condannato a cinque anni per omicidio colposo con colpa cosciente.

Ancora una volta a far emergere un nuovo particolare sarebbe stato Davide Vannicola, il tolfetano che nei mesi scorsi ha rilasciato delle dichiarazioni choc al programma Le Iene, poi confermate in Procura, proprio sul rapporto tra Izzo e Ciontoli e su una chiamata effettuata dal capofamiglia poco dopo lo sparo che poi avrebbe ucciso Marco.

Il “pioniere” nei giorni scorsi avrebbe consegnato alla Procura di Civitavecchia, come confermato dal suo legale, l’avvocato Antonio Chiocca, la registrazione di una telefonata, trascritta, di un ex sottufficiale della Guardia di Finanza.

Omicidio Vannini, spuntano nuove registrazioni
Omicidio Vannini, spuntano nuove registrazioni

Registrazione dove emergerebbe ancora di più il rapporto tra Antonio Ciontoli e il maresciallo dei Carabinieri Izzo.

I DETTAGLI DELLA REGISTRAZIONE

Nella registrazione emergerebbe la presenza, nella caserma dei carabinieri di Ladispoli, di un fascicolo a nome di Antonio Ciontoli relativo a “una rapina o estorsione, di preciso non lo so questo – si legge nella trascrizione della registrazione – che il Ciontoli avrebbe fatto nei confronti di una mignotta».

Fascicolo che anziché essere depositato alla Procura di Roma (essendo un fatto avvenuto «prima del tredicesimo») sarebbe finita sul tavolo della Procura di Civitavecchia.

«Pare proprio che Izzo abbia in qualche modo, fatto in modo che l’area in cui sarebbe stato questo fatto fosse ricondotta presso la Procura di Civitavecchia».

Sempre nella registrazione della chiamata emergerebbe che qualora il fascicolo non fosse presente in Procura, l’avvocato di Vannicola, Antonio Chiocca, potrebbe «fare una richiesta istruttoria di acquisizione del fascicolo di Antonio Ciontoli presso i carabinieri di Ladispoli».

Se ciò dovesse risultare veritiero, per l’ex sottufficiale della Guardia di Finanza andrebbe a delineare un aspetto in particolare: «Il modus operandi di Izzo, cioè che era vicino a Ciontoli da sempre questo giustificherebbe il comportamento – si continua a leggere – di Izzo che Davide ha descritto»

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Progetto di capping a Cupinoro, sindaco Tondinelli convoca assemblea pubblica

CittàNotizieUncategorized

Fiumicino, chiusura scuola dal 24 al 27 ottobre per derattizzazione

CittàNotizieUncategorized

Furto e degrado a Campo di Mare, si cercano i responsabili

Notizie

Meteo, in arrivo temporali e grandinate

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista
Hai bisogno di aiuto?