CittàCronacaNotizie

Olmetto, la “nuova” differenziata non convince

2 Condivisioni

Riflettori puntati sulle stazioni mobili per il ritiro delle frazioni di rifiuto. Chiesto un incontro urgente col sindaco Alessandro Grando

Olmetto, la “nuova” differenziata non convince – Un presidio di 50 minuti a ogni punto di ritrovo.

E’ questo il tempo di stazionamento delle stazioni mobili entrate in funzione da venerdì nella zona Case Sparse della città.

Dall’1 marzo per Olmetto, Monteroni e Boietto è entrato in vigore un nuovo calendario di raccolta porta a porta. Le frazioni di rifiuto saranno ritirate ogni quindici giorni.

Farà eccezione l’umido: l’amministrazione ha infatti optato per il compostaggio domestico a cui i cittadini potranno rinunciare previa comunicazione entro maggio 2019 al Comune.

Rinunciando al compostaggio si rinuncerà anche allo sconto in bolletta del 50%. Intanto però, da una parte per abituare, dall’altra parte per venire incontro alle esigenze di chi ha già deciso di non aderire al nuovo piano, da venerdì sono arrivate le stazioni mobili nella zona.

Queste saranno presenti due volte a settimana: il martedì dalle 13 alle 19 e il sabato dalle 8 alle 14.

Ma già qualcosa non torna, come sottolineato dall’associazione Quartiere Olmetto che ha inviato una lettera al primo cittadino richiedendo un incontro urgente per puntare i riflettori sui nodi ancora da sciogliere, e perché no andare ad individuare insieme una soluzione che possa accontentare tutti.

Nella lettera, l’associazione tiene a specificare che «le ore di raccolta di cui si è parlato nel consiglio comunale del 27 febbraio sono cumulative per cui, in realtà, saranno soltanto 50 minuti a postazione.

Ciò – hanno proseguito – impedisce a una larga fascia di residenti, o possessori di seconde case, di conferire l’umido e si traduce, di fatto, in una imposizione del compostaggio domestico che è fuorilegge».

E a proposito di compostaggio, i residenti non hanno ancora ben chiaro quale sarà il metodo da utilizzare.

«Ad oggi non esiste un Regolamento di compostaggio e questo porrà a rischio l’ambiente in quanto ognuno potrà interpretare le norme.

Ciò sarebbe devastante nel caso di compostaggio in fossa, accennato nel consiglio del 27 febbraio, in relazione alla natura alluvionale dei syoli e alla realistica possibilità che i percolati arrivino in breve tempo agli acquitrini dell’oasi di Palo».

E poi ci sarà bisogno di dotarsi di mastelli più grandi per conferire correttamente le frazioni dei rifiuti in attesa del loro ritiro.

Ma su questo punto già il sindaco Alessandro Grando, proprio durante il consiglio comunale, aveva sottolineato come i residenti potranno richiedere carrellati più grandi. I dubbi, però, non finiscono qui.

«Nella errata supposizione che l’indifferenziata diminuisca – hanno scritto ancora dall’associazione – si lascerà un raccoglitore per indifferenziata assolutamente insufficiente.

Ciò, in virtù del conferimento di alcuni residui potrebbe portare a incrementare il randagismo e l’arrivo di animali quali ratti e volpi portatori di malattie.

L’abbattimento della tassa che dovrebbe essere deliberata nel consiglio dell’8 Marzo – hanno proseguito ancora dall’Olmetto – è in realtà solo un adeguamento alla diminuzione del servizio erogato che si aggiunge a quanto già riscosso in eccesso negli anni passati».

Ed è per questo che ora i residenti vogliono vederci chiaro, tanto da aver chiesto un incontro urgente tra il primo cittadino e una delegazione del territorio per discutere le problematiche elencate.

2 Condivisioni

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a baraonda.giornale@gmail.com oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Incendio sulla a12, traffico bloccato

Notizie

Ladispoli, riconsegnato il centro anziani di via Trapani

Notizie

Jova Beach Party a Cerveteri, il Codacons: "Troppi disagi per i cittadini"

AttualitàCittà

Fiumicino Estate, da domani 10 giorni di eventi in Darsena

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.

Leggi online
BARAONDA NEWS

SFOGLIA LA RIVISTA
close-link
Sfoglia la rivista