fbpx
Notizie

Marina di Cerveteri: frazione tra vandali e incivili

Più volte i cittadini hanno lamentato la situazione di abbandono che vive quotidianamente, da anni, la frazione del comune di Cerveteri. All’inciviltà si aggiungono anche le buche in strada e le perdite idriche

Marina di Cerveteri: frazione tra vandali e incivili –

Marina di Cerveteri: frazione tra vandali, incivili, buche, perdite idriche e degrado
Marina di Cerveteri: frazione tra vandali e incivili

Una frazione abbandonata a se stessa, dove il degrado regna sovrano. Proprio come a regnare sovrana è la maleducazione e l’inciviltà di diversi residenti. A cominciare, purtroppo dai giovani.

Dopo i giochi al Parco Vannini da poco installati e subito vandalizzati, e gli ‘attacchi’ al distributore di merendine del bar della stazione ferroviaria, i residenti puntano i riflettori ancora una volta su quei giovani che la notte, anziché rilassarsi in casa con un buon libro, vanno in giro a fare danni.

Ancora una volta a riprendere le scene dei gruppi di ragazzi che in preda alla noia e all’inciviltà si divertono ai danni di chi invece lavora ed è ligio al dovere, le telecamere a circuito chiuso delle attività commerciali presenti sul territorio.

Nelle immagini si vedono chiaramente i ragazzi avvicinarsi prima all’attività commerciale e subito dopo iniziare a dare calci alla struttura (forse alla porta o a una vetrina, ndr) per poi darsi alla fuga (probabilmente perché scoperti).

Duri i commenti sui social nei confronti di questi incivili che di notte si divertono a disturbare la quiete pubblica e a distruggere i beni comuni.

I cittadini invocano maggiori controlli sul territorio da parte delle forze dell’ordine.

Ma a mancare sulla frazione etrusca non è solo il controllo delle forze dell’ordine come più volte ribadito dai residenti.

Marina di Cerveteri: frazione tra vandali, incivili, buche, perdite idriche e degrado
Marina di Cerveteri: frazione tra vandali e incivili

A mancare è anche l’attenzione dell’amministrazione comunale, come più volte sottolineato dal presidente del comitato di zona, Enzo Musardo.

Riflettori puntati anche sul degrado in cui la frazione di mare è costretta a vivere ormai da anni, tra strade dissestate, discariche a cielo aperto che sorgono qua e là a macchia di leopardo su tutto il territorio comunale.

Per non parlare poi delle perdite idriche, spesso segnalate anche per settimane intere ma che purtroppo non vengono riparate. Come quella segnalata, ad esempio, su via Adria.

I cittadini hanno segnalato il guasto ad Acea già da un mese, ma ad oggi “non si è visto nessuno e le perdite aumentano”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
NotizieSalute

Vaccini, nel Lazio il 69% dei contagi e il 74% dei ricoveri in meno

CittàNotizie

Coronavirus, un decesso a Civitavecchia, un caso a Cerveteri e Ladispoli

Notizie

Castrum Novum Revivit, rievocazioni storiche in costume a Santa Marinella

AttualitàCittàNotizie

Ladispoli, domani 24 ore di sciopero dei riders di Glovo

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.