fbpx
Notizie

Ladispoli, stop all’alcool da asporto dopo le 21

Grando chiede sostegno alla Prefettura

Ladispoli, stop all’alcool da asporto dopo le 21

Somministrazione di alimenti e bevande, Grando e Lazzeri incontrano i gestori di Ladispoli – Così il Sindaco di Ladispoli in una nota riportata nel proprio profilo social: “Ieri pomeriggio, insieme all’Assessore al Commercio Francesca Lazzeri, abbiamo incontrato i gestori delle attività di somministrazione di alimenti e bevande di Ladispoli.

La riunione, svoltasi in un clima di collaborazione reciproca, è stata convocata d’urgenza per affrontare il problema degli assembramenti che si sono verificati già dai primi giorni di riapertura.

Abbiamo fatto presente agli esercenti che per affrontare al meglio la situazione c’è bisogno di collaborazione da parte di tutti e che, solo insieme, possiamo evitare pericolose ricadute che metterebbero a repentaglio la sopravvivenza della nostra economia.

In questo particolare momento ognuno deve fare la sua parte: i commercianti devono rispettare le regole e devono assicurarsi che lo facciano anche i propri clienti, l’amministrazione comunale deve mettere in condizione gli esercenti di lavorare nel migliore dei modi e le Forze dell’ordine devono vigilare sul rispetto delle prescrizioni anti Covid.

A tal proposito, come già comunicato nelle scorse ore, ho chiesto alla Prefettura di inviare rinforzi alle Forze dell’ordine presenti nella nostra città e di intensificare i controlli su tutto il territorio comunale.

Durante l’incontro abbiamo spiegato agli intervenuti che la nostra intenzione non è quella di introdurre provvedimenti generici che andrebbero a danneggiare tutta la categoria, bensì quella di valutare singolarmente le varie casistiche e applicare restrizioni e sanzioni solo a chi non garantirà il rispetto delle norme.

Per andare incontro all’esigenza di avere a disposizione maggiori spazi esterni sarà possibile, in linea con le disposizioni governative, richiedere l’ampliamento dei dehor attraverso una semplice comunicazione, garantendo in ogni caso le distanze minime previste dal codice della strada per il transito dei pedoni.

In questo modo non solo potrà essere bilanciata la riduzione degli spazi attuali dovuta alle distanze minime da rispettare, che di per se costituisce un danno per le attività, ma sarà possibile distribuire i clienti in maniera più ordinata e sicura, riducendo il numero di persone che stazionano in piedi all’esterno dei locali.

Abbiamo infine suggerito ai gestori che non lo hanno ancora fatto, laddove possibile, di dotarsi di un servizio d’ordine interno per disciplinare al meglio l’occupazione degli spazi e il contingentamento degli ingressi all’interno degli stessi.

Per meglio tutelare l’ordine pubblico e il decoro della città verrà invece emanata una nuova ordinanza sindacale in cui sarà previsto che a partire dalle ore 21:00 non sarà più possibile vendere alcolici da asporto.

Dallo stesso orario sarà possibile somministrare e consumare alcolici solamente all’interno dei locali o negli spazi esterni di loro pertinenza.

E infine verrà prescritta la chiusura alle ore 20:00 ad alcune categorie di esercizi commerciali.

Nel corso della riunione alcuni gestori hanno avanzato delle richieste che abbiamo prontamente sottoposto all’attenzione degli uffici comunali preposti.

Non appena riceveremo le risposte l’assessore Francesca Lazzeri, che ringrazio pubblicamente per essere sempre presente e disponibile con tutti i commercianti, provvederà ad informare anche coloro che non hanno partecipato alla riunione con un apposito comunicato stampa, nel quale verranno rese note le modalità di presentazione della domanda di occupazione del suolo pubblico e di ampliamento dei dehor.

In chiusura mi rivolgo ai cittadini, giovani e meno giovani, che sono soliti radunarsi nei luoghi pubblici creando quei pericolosi assembramenti che in questo momento devono essere evitati: rispettare determinate regole è un sacrificio per tutti, ma in questo momento siamo chiamati ad essere responsabili per tutelare la nostra salute, la sopravvivenza delle attività lavorative e con esse migliaia di posti di lavoro.

Indossare una mascherina e mantenere la distanza di sicurezza non è poi così impegnativo.”

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Notizie

Coronavirus, 276 nuovi casi in Italia nelle ultime 24 ore

Notizie

Coronavirus, 901 casi positivi totali nel Lazio

CronacaNotizie

Incidente in A12: moto contro camion. Morto centauro

CittàNotizie

Ladispoli, il Sindaco: ''La città è di nuovo Covid free''

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.