fbpx
 
Attualità

Ladispoli, si è chiusa ieri la prima edizione della Biennale della Riviera Romana

Il 23 agosto le premiazioni e moltissima la partecipazione di pubblico, l’Assessore Frappa: “È stata una grande festa”

Ladispoli, si è chiusa ieri la prima edizione della Biennale della Riviera Romana –

di Marco Di Marzio

Ladispoli, si è chiusa ieri la prima edizione della Biennale della Riviera Romana

Inaugurata lo scorso giovedì 10 agosto 2023, nella giornata di ieri, venerdì 25, si è conclusa a Ladispoli la prima edizione della Biennale della Riviera Romana.

Presentata in anteprima lo scorso 27 luglio a Roma, a Palazzo Valentini, l’evento si è svolto sotto l’alto patrocinio di Ministero per i beni culturali, Regione Lazio, Città Metropolitana di Roma Capitale e Comune di Ladispoli.

A cui si aggiunge ad un importante endorsement, quello formulato dal critico d’arte, storico dell’arte, saggista, politico, personaggio televisivo, opinionista, nonché attuale Sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura Vittorio Sgarbi. L’esponente del Governo guidato dalla Premier Giorgia Meloni in un video di saluto trasmesso alla città ha parlato, tra le altre cose, di un possibile gemellaggio con la Biennale di Venezia.

Link video per rivedere l’endorsement di Vittorio Sgarbihttps://www.facebook.com/100093569527318/videos/618025143859741/

l’assessora alla Cultura della Regione Lazio Simona Baldassarre

“Promuovere un territorio attraverso l’arte e l’arte attraverso un territorio. Un’accoppiata vincente che ritrovo in questa Biennale d’arte che dà lustro a Ladispoli e che si giova del fascino di questa città, ricca di cultura, natura e che insiste su di un territorio a forte vocazione turistica – ha dichiarato l’assessora alla Cultura della Regione Lazio Simona Baldassarre – non solo Ladispoli è ricca in arte e cultura, infatti. Ma tutto il territorio e l’entroterra. E poi c’è il mare. Il grande valore aggiunto di questa terra magica. Le potenzialità della Riviera Romana, che mette insieme due parole italiane conosciute in tutto il mondo, “riviera” e “romana”, sono enormi. Si tratta di un nuovo brand territoriale su cui puntare. Infine, questa Biennale: una manifestazione riuscita, per la quale faccio i complimenti al sindaco, all’assessore alla cultura e a tutta l’organizzazione. Una rassegna che fa vivere le opere all’interno della città, in un dialogo costante fra artista e territorio, coinvolgendo vari siti archeologici e differenti location, coinvolgendo dunque i cittadini e ribadendo il carattere democratico dell’arte, come momento di partecipazione attiva. Complimenti, dunque, agli artisti tutti che hanno reso possibile questo evento”.

Il sindaco Grando: "Ottima partenza di Estate sicura sulle affollate spiagge di Ladispoli"
Il Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando

Grande la soddisfazione espressa dal sindaco di Ladispoli, Alessandro Grando: “L’estate 2023 sarà una stagione da ricordare negli annali della Città di Ladispoli. Grazie all’impegno dell’assessora alla Cultura Margherita Frappa, ideatrice della manifestazione, si svolgerà infatti la prima edizione della “Biennale Internazionale d’Arte della Riviera Romana”. Dal 10 al 25 agosto Ladispoli ospiterà artisti provenienti da ogni parte del mondo, in un concentrato di arte e bellezza. La Biennale rappresenta un’opportunità straordinaria per consolidare la posizione della nostra città nel panorama artistico regionale e nazionale. Questo evento segna quindi un importante passo verso la crescita e lo sviluppo di Ladispoli come polo culturale e turistico. Siamo entusiasti di invitare tutti gli amanti dell’arte, i curiosi e gli appassionati a partecipare alla “Biennale Internazionale d’Arte della Riviera Romana” e a condividere con noi l’emozione di vivere un’incredibile celebrazione dell’arte in tutte le sue forme”.

Le esposizioni

Con il taglio del nastro avvenuto in una Piazza Rossellini gremita in ogni ordine di posti, alla cerimonia d’apertura, iniziata alle ore 18:30, spazio al “Gruppo Cheerleader”, agli “Abba The Best” ideatori dell’inno ufficiale della biennale “Oh Baby Oh Baby” e al giovane Valerio Petrocchi al sax, con la Fanfara Bersaglieri Gennaretti – Lalli di Ladispoli a fare da cornice, e le autorità politiche, militari, religiose e del mondo della cultura e dell’arte a portare il loro saluto, con il Sindaco Alessandro Grando a sottolineare l’inizio di questa novità per il territorio.

Le opere hanno visto la loro esposizione in diversi punti della città come: Viale Italia; Centro d’Arte e Cultura, di Via Settevene Palo Nord, dalle 10 alle 23; Teatro Vannini, di Via Yvon De Begnac, dalle 18 alle 24; Villa Romana “La Grottaccia”, di Via Rapallo, dalle 18 alle 24; Villa Romana, di Via Mercurio a Marina di San Nicola, dalle 18:30 alle 24; Sala espositiva comunale, di Via Ancona, dalle 18 alle 24; Laboratorio Bimbarte, Giardini Nazzareno Fedeli, dalle 18 alle 24.

Oltre 600 richieste d’iscrizione, formulate da artisti di ogni dove e livello, di cui 240 accolte dal comitato organizzatore, condotto da Margherita Frappa, Presidente e Assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli, Andrea Cerqua, curatore, e Flavia Mantovan, Direttore Artistico.

Margherita Frappa

“L’inaugurazione della Biennale è stata una grande festa – dichiara l’Assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli Margherita Frappa –, che ci ha messo nello spirito giusto per affrontare quest’evento. Mi ritengo molto soddisfatta di questo poiché ho visto tanta affluenza impegnata a visitare i vari siti espositivi. Ringrazio assolutamente tutti gli artisti, che hanno partecipato con grande entusiasmo, tra loro si è creato un bellissimo clima di festa e di convivialità. Tra i più importanti fattori di felicità personale vi è quello di aver visto in questa biennale la partecipazione del maestro Guido Venanzoni, in mostra con le sue opere presso la sala espositiva comunale di Via Ancona, bellissimi lavori prodotti da questo grande artista di Ladispoli.”

Ladispoli, Filippo Salvatore Conte nuovo delegato all'arte
Filippo Conte

“A questa Biennale della Riviera Romana do un giudizio più che positivo – dichiara il Delegato all’Arte del Comune di Ladispoli Filippo Conte –, mi è piaciuto tutto, partendo dall’opera condotta dall’Assessore Margherita Frappa, una persona in gamba e piena di vitalità, con la quale Ladispoli può raggiungere traguardi importanti in ambito culturale. Organizzare una biennale non è cosa semplice e solo Ladispoli poteva permettersi questo. L’Assessore Frappa ha colto al volo questa opportunità per la città, riuscendo ad ottenere un grosso risultato ed un grande onore. Tra i molti aspetti di questa manifestazione è stato bello vedere gli artisti, circa 50, esporre sul Viale Italia, come a Via Margutta a Roma, cosa che non accadeva da alcuni anni.”

Il precedente mercoledì 23 agosto, sempre in una Piazza Rossellini affollatissima, spazio alle premiazioni, conferite alla presenza di: Alessandro Grando; Margherita Frappa; Alessandra Mussolini, parlamentare europeo; Gianrico Ruzza, vescovo di Civitavecchia-Tarquinia e di Porto-Santa Rufina; Giuseppe Ussani D’ Escobar, critico d’arte; Claudio Tardini, giornalista; Claudio Balestrieri, Presidente di Cinecittà. Così come la cerimonia inaugurale, introduzione di Silvia Castello.

Assegnato il premio per la scultura a Monica Sarandrea che nell’opera “Organic form” indaga il rapporto tra l’uomo e il mondo, tra microcosmo e macrocosmo, facendo emergere le domande sulle nostre origini che l’uomo si pone da sempre. Per la pittura è stato premiato Angelo Petraccone, noto per i suoi “trittici”; nell’opera “Io e Pablo”, egli si confronta con lo straordinario Picasso e, con grande autonomia artistica e culturale, ne personalizza il capolavoro Guernica, simbolo di protesta contro i disastri della guerra. A Virgilio Paoloni è stato assegnato il “Premio Tributo alla Donna” per l’opera “La violinista”, simbolo delle donne che hanno contribuito allo sviluppo della civiltà, entrandovi ed agendo con grazia e passione, come un delicato suono d’orchestra. È “un omaggio alla donna nella sua complessità, determinata ma accattivante, che non perde la sua femminilità” così si è espresso il critico d’arte Giuseppe Ussani di Escobar, che ritiene Paoloni artista eclettico di cui sentiremo molto parlare. Il premio per la fotografia lo ha ricevuto Carlo D’Orta, artista internazionale che usa la macchina fotografica privilegiando le architetture da cui estrae immagini non per fare cronaca o per documentare ma per mostrare quella parte di realtà che, confondendosi con il “tutto”, resta invisibile ai nostri occhi. Un premio speciale per la fotografia è andato al giovane Jonathan L’Epee Urbani, noto per i suoi bellissimi scatti che ritraggono paesaggi e tramonti sul mare, i fulmini, le tempeste e il lungomare ladispolano. 

La serata si è successivamente conclusa con un nuovo concerto degli “Abba The Best”.

Ieri, 25 agosto, invece, a partire dalle ore 19:00, un sempre molto affollato “Fissage” presso il Teatro Vannini con la partecipazione speciale: al pianoforte M° Elisa Viscarelli e Giulia Casilli e gli allievi pianisti Francesco Ruda e Elena Giardi; Elisabetta Fiorelli (Arpa) e Giacomo Fiorelli (Violino) accompagnati al pianoforte dalla M° Claudia Dominici. In coda brindisi e apericena di saluto offerto dagli artisti.

Segue intervista conclusiva all’Assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli Margherita Frappa

Intervista conclusiva all’Assessore alla Cultura del Comune di Ladispoli Margherita Frappa
Post correlati
Attualità

Smart City: cosa significa e come ci si può arrivare

Attualità

Luca Barbarossa oggi a Ladispoli per presentare il suo libro da Scritti e Manoscritti

AttualitàCronaca

Nodo di Roma, il 23 giugno modifiche alla circolazione sulla Roma - Civitavecchia -Pisa

AttualitàCronaca

Controllo della velocità: il 23 postazioni della polizia sulla Roma Civitavecchia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.