fbpx
CittàSalute

Ladispoli, salute e sostenibilità ambientale per gli studenti dell’Alpi

Per 140 ragazzi un depuratore d’acqua in regalo per la scuola e giornate di formazione ed informazione

Ladispoli, salute e sostenibilità ambientale per gli studenti dell’Alpi –

Per 140 ragazzi dell’Istituto Comprensivo “Ilaria Alpi” di Ladispoli (RM), un depuratore d’acqua in regalo per la scuola e giornate di formazione ed informazione dedicate ai temi di educazione alla salute e sostenibilità ambientale con il “Progetto Scuole”,

Una iniziativa di Biosalus Italia, quotata tra le prime e più qualificate aziende italiane specializzate nella produzione e commercializzazione di dispositivi di ultima generazione utili a purificare acqua e aria, Biosalus investe, infatti, ogni anno ingenti risorse sia nella ricerca di nuove tecnologie orientate a migliorare la salute umana sia in iniziative volte tanto a sensibilizzare sull’importanza di bere acqua pura quanto a ridurre il consumo di plastica per salvaguardare l’ambiente.

È in quest’ottica che si inserisce il Progetto Scuole, destinato anche ad adulti e bambini di altre scuole d’Italia alle quali, previo accordo con i dirigenti scolastici, sarà donato un impianto di depurazione d’acqua pensato proprio per i luoghi di didattica come quello donato nell’ambito del progetto pilota di Ladispoli, seguito da giornate di (In)formazione.

Giovedì 5, venerdì 6 e lunedì 9 maggio, infatti, in accordo col progetto, alcuni tra gli esperti di Biosalus Italia incontreranno gli alunni delle sei classi dell’Istituto per trattare, in maniera interattiva, alcuni importanti temi come la carenza d’acqua potabile in Africa e nei Paesi del sud del mondo, illustrando ai ragazzi le differenze con la situazione nel nostro Paese.

Durante la stessa giornata, inoltre, sarà analizzato un campione dell’acqua erogata dall’impianto di depurazione Biosalus donato, confrontandolo con quella abitualmente bevuta dalla maggior parte delle persone, per evidenziare i benefici di usare acqua pura per dissetarsi e cucinare e quanto sia importante, a livello di tutela e salvaguardia dell’ambiente, incentivare tutti a ridurre al minimo il consumo di bottiglie e contenitori in plastica, sia a casa che a scuola.

Educare i più piccoli e gli adulti ad usare delle borracce riutilizzabili proprio come i gadget che saranno regalati durante l’iniziativa, infatti, contribuisce a ridurre l’acquisto periodico di bottigliette di plastica non sempre riciclate correttamente e spesso disperse nell’ambiente.

I ragazzi, infine, saranno chiamati a portare questo importante messaggio di tutela e salvaguardia di salute ed ambiente anche nelle loro case, attraverso la consegna di un attestato simbolico di “Esperti di acqua pura”, di un opuscolo e l’analisi gratuita e senza impegno della qualità dell’acqua bevuta quotidianamente nelle loro abitazioni.

Un’importante opportunità per i ragazzi dell’Istituto Comprensivo che la Dirigente Scolastica Maria Bevilacqua spiega così: “Offrire ai nostri alunni e al personale scolastico un’alternativa all’acqua imbottigliata era uno degli obiettivi del nostro istituto. Istallare gli erogatori di acqua nella scuola ha un chiaro fine formativo. L’iniziativa può essere iscritta in un più ampio progetto di educazione ambientale e stimolo allo sviluppo di una coscienza ecologica.

L’acqua proveniente dal servizio idrico comunale è, infatti, più economica, non deve essere confezionata, trasportata e conservata; quella imbottigliata ha un costo che dipende per la sua massima parte dal prezzo di produzione dell’involucro in plastica e da quello di distribuzione.

L’acqua della rete idrica è più controllata di quella imbottigliata e non reca con sé i rischi tradizionalmente associati alla conservazione dei liquidi all’interno di contenitori plastici.

Gli alunni di alcune classi sono stati, inoltre, coinvolti in iniziative di formazione e di confronto, nell’ottica di una scuola partecipata nella quale gli studenti non si limitino a recepire un insegnamento ma possono, a loro volta, essere testimoni di una buona pratica”.

Anche tu REDATTORE!

Inviaci in tempo reale foto, video, notizie di cronaca, curiosità, costume.

Ti trovi nel mezzo di un incidente? Fotografa la situazione e manda due righe alla redazione, chiedendo se vorrai essere citato oppure no all'interno dell'articolo come autore. Invia il tuo materiale a [email protected] oppure raggiungici tramite whatsapp a questo numero 3472241340.

Grazie a questa rete di comunicazione baraondanews sarà in grado di fornire ancora più informazioni utili ai propri lettori. Insieme faremo un giornale ancora più potente ed efficace. 

Post correlati
Cittàpolitica

Cerveteri, Moscherini: "Non intendevo offendere nessuno, mia reazione derivata da un atteggiamento non proprio istituzionale"

Città

Ladispoli, week end di grande musica con i due concerti della rassegna "Suoni della memoria"

CittàNotiziepolitica

Cerveteri. Moscherini replica a Gubetti e Belardinelli: "Nessun termine dispregiativo"

CittàCronaca

Cia Roma: “Calo del 30% dei raccolti di foraggi, subito un incontro urgente con Regione Lazio e Consorzi Bonifica"

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.