fbpx
 
CittàNotizie

Ladispoli, roghi tossici. Droni in volo per beccare i maniaci del fuoco

"Covid-19 Civitavecchia: bene l'uso dei droni"

Droni della protezione civile pronti al decollo per intercettare chi continua a bruciare rifiuti tossici. A Ladispoli tolleranza zero contro i residenti che da molti mesi danno a fuoco a cumuli di sporcizia, tra cui plastica e gomma. Una pratica sempre più diffusa che negli scorsi mesi aveva spinto gli abitanti del quartiere Miami a recarsi nella caserma dei carabinieri per presentare una denuncia. Negli ultimi giorni il fenomeno si è ripresentato anche in periferia, soprattutto nelle ore serali e di notte quando col buio è più difficile essere scoperti. Fari puntati dunque nelle frazioni agricoli come Monteroni, Olmetto e Boietto. Protezione civile e polizia municipale utilizzeranno dei droni muniti di termosensore e di camera ad infrarossi pronti a rintracciare le fonti di calore, e quindi il focolaio innescato. Contadini e incivili avvisati, questa volta potrebbero essere scovati e beccarsi una bella denuncia penale.

 

Post correlati
AttualitàCittàCultura

Caere: quando una grande metropoli si perde nella nebbia della Storia. Ovvero il legame indissolubile tra la città dei vivi e la città dei morti

Notizie

Il prossimo 5 febbraio 2023 autovelox su A12 Roma-Civitavecchia

Città

Civitavecchia, l'assessore Napoli: "Un tavolo inclusivo al Parco della Resistenza"

Città

Santa Marinella, prorogate al 2033 le concessioni demaniali marittime in scadenza

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.