fbpx
 
Notizie

Ladispoli: nel 2020 registrate 3400 richieste per buoni spesa o contributo affitti ed utenze

Ladispoli: nel 2020 registrate 3400 richieste per buoni spesa o contributo affitti ed utenze

Nel 2020 registrato il picco più alto di richieste di aiuto ai servizi sociali del Comune di Ladispoli, L’assessore ai Servizi sociali, Fiovo Bitti, traccia un bilancio del lavoro svolto dal suo ufficio durante il periodo dell’emergenza covid. 

Ladispoli: nel 2020 registrate 3400 richieste per buoni spesa o contributo affitti ed utenze
Ladispoli: nel 2020 registrate 3400 richieste per buoni spesa o contributo affitti ed utenze

“Solitamente” sono circa 160 le persone adulte con disabilità e non autosufficienti assistite da Palazzo Falcone a cui vanno ad aggiungersi 110 minori con problematiche diverse, il tutto per circa 47mila euro annui di fondi destinati all’assistenza economica a cui vanno ad aggiungersi i fondi straordinari erogati in via straordinaria dagli enti sovracomunali per fronteggiare gli effetti del covid-19. E nel 2020 si è registrato il picco più alto di richieste di aiuto. Sono state ben 3.400 le richieste singole pervenute ai servizi sociali per accedere ai buoni spesa o ai contributi per affitti e utenze.

Una situazione di crisi economica che purtroppo anche in questo 2021 non è stata risolta completamente, tanto che anche per quest’anno si attende la pubblicazione del nuovo avviso a valere sulle risorse del decreto sostegni che, per il Comune di Ladispoli, ammontano a poco più di 424miila euro. Risorse che saranno destinate in parte ai buoni spesa e in parte al sostegno per gli affitti.

«Nel complesso – ha spiegato  Bitti – il 2020 ha segnato un deterioramento rispetto al 2019, mentre l’anno in corso sembrerebbe segnare una ripresa, anche se la situazione complessiva rimane molto fluida ed è difficile fare previsioni di lunga durata, viste le tante incognite in gioco. In queste settimane, l’Ufficio competente ha avviato tutte le procedure necessarie per assicurare la continuità dei servizi erogati in ambito distrettuale per i cittadini di Ladispoli e di Cerveteri, ad iniziare dall’assistenza domiciliare. Un lavoro importante, per il quale ringrazio le dottoresse Conti e Colacchi, che rappresenta soltanto una parte dell’universo che ruota intorno alle politiche sociali di un Comune come il nostro, caratterizzato da una forte stagionalità occupazionale, da una presenza importante di cittadini immigrati e da una marcata concentrazione di minori e di anziani.

L’amministrazione è già intervenuta sul versante del personale ed è intenzionata a rafforzare ulteriormente questo aspetto, ma è evidente che siamo davanti ad una partita nella quale dovrà giocare un ruolo centrale il mondo del volontariato che, come anticipato in occasione della definizione del Piano sociale di zona, sarà costantemente coinvolto»

Post correlati
Notizie

Maltempo, nelle prossime ore previste forti piogge e vento

CittàCronacaNotizie

Santa Marinella, incidente al km 58: deviato il traffico sull’Aurelia

CittàNotizie

Cerveteri: oggi l'ultimo saluto a "Terzo"

CittàCronacaNotizie

Cerveteri, la Polizia sospende licenza e chiude un bar per 10 giorni

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani sempre aggiornato.